Napoli show: battuto 1-3 lo Zurigo

Dal 13 di Gennaio la stagione del Napoli comincia a cambiare. Si parla di un’involuzione tecnica della manovra che porta la squadra di Ancelotti a dover fare affidamento sulle giocate dei singoli. Lo stesso ambiente azzurro se ne accorge. La situazione del Napoli è strettamente legata alle ultime spinose voci di mercato, che portano a una flessione delle prestazioni. La presunta trattativa tra gli azzurri e il PSG riguardante Allan porta lo stesso centrocampista brasiliano a non grandi prove, fino alla non convocazione. Nella sfida di Coppa Italia contro il Milan (vinta dai rossoneri per 2-0), il Napoli mette in scena una prestazione non all’altezza che la porta all’eliminazione. Nonostante quello fosse il secondo scontro nel giro di una settimana contro la squadra di Gattuso (il match di campionato termina 0-0), la squadra di Ancelotti, però, non risente nei risultati di questo momento controverso. Le giocate e la manovra diventano prevedibili, ma la forza superiore dei singoli porta al Napoli sempre i tre punti (come contro Lazio e Sampdoria). Nelle ultime giornate si è aggiunto anche il caso Hamsik. Lo slovacco, eroe della risalita del Napoli fino alla Serie A, è ormai un giocatore del Dalian. Eppure, ciò che importa è continuare a vincere in campionato per mantenere il secondo posto e battere lo Zurigo. Gli svizzeri, infatti, aspettano di disputare questa prima partita d’andata per trovare continuità.

NOTIZIE: Il Napoli deve ritrovare la capacità di poter giocare bene segnando anche molto. Certo è che la squadra di Ancelotti resta favorita per il passaggio del turno, ma non deve sottovalutare un avversario comunque temibile e con un rendimento altalenante. Gli azzurri perdono l’esperienza di Albiol (costretto a operarsi), ma ritrova Maksimovic in posizione centrale. Per aiutare il digiuno di gol di Insigne, Ancelotti schiera anche il talentuoso Ounas, pronto a fornire un supporto importante anche in chiave offensiva. Lo Zurigo non presenta una formazione difensiva. Il 4-2-3-1 evidenzia tutta la determinazione e la voglia della squadra di casa di complicare la missione del Napoli.

La squadra dello Zurigo

FORMAZIONE ZURIGO 4-1-4-1: Magnin schiera Brecher in porta, in difesa Untersee, Nef, Maxso e Kharabadze, avanti a loro Bangura, i quattro centrocampisti offensivi sono invece Winter, Kryeziu, Domgjoni e Kololli, tutti dietro l’unica punta che è Odey.

FORMAZIONE NAPOLI 4-4-2: Ancelotti risponde con Meret tra i pali, in difesa Ghoulam, Koulibaly, Maksimovic e Malcuit, a centrocampo giocano Fabian Ruiz, Zielinski, Allan e Callejon, mentre i due attaccanti sono Milik e Insigne.

CRONACA: Alza il ritmo il Napoli. Lancio di accendini all’indirizzo di Ghoulam, gesto brutto della tifoseria di casa. Lo Zurigo si difende ordinatamente e non lascia spazi alla squadra di Ancelotti. Il Napoli passa in vantaggio con Insigne che riceve un bel passaggio di Milik dopo l’errore madornale del portiere Brecher all’11, 0-1. Contropiede sfumato dello Zurigo per colpa del controllo difettoso di Odey al 14’. Adesso è la squadra di casa ad alzare il pressing. Prova la girata Kololli, ma il suo tiro termina fuori alla sinistra di Meret al 16’. Punizione potente ma centrale di Milik al 18’ bloccata da Brecher. Palla recuperata dal Napoli nella metà campo dello Zurigo. Insigne prova un bel tiro a giro ma Brecher interviene e mette la sfera in angolo al 19’. Raddoppio del Napoli con Callejon che raccoglie il pallone crossato da Malcuit e lo colpisce al volo sorprendendo il portiere di casa al 21’, 0-2. Lo Zurigo prova a rispondere con Kharabadze ma il tiro è debole e facilmente bloccato dal portiere azzurro al 22’. Ammonito Untersee al 24’. Il Napoli sta legittimando il vantaggio. Lo Zurigo fa fatica a ripartire e a rendersi pericoloso. Gli azzurri sono in pieno controllo del match. Bel tiro dalla distanza di Milik che si vede respingere il pallone dal portiere avversario al 40’. Deciso un minuto di recupero. Koulibaly stacca di testa ma non inquadra la porta al 45’+1. Il primo tempo termina 0-2. Esce Domgjoni ed entra Marchesano prima dell’inizio della ripresa. Riparte all’attacco il Napoli con Callejon che impegna subito al 47’ Brecher. Ancora Napoli alla ricerca del gol con Callejon che serve Milik ma il suo pallone viene intercettato quasi sulla linea di porta dai difensori avversari al 53’. Zurigo più determinato ma che continua a non creare occasioni da gol. Ammonito Kryeziu al 59’. Esce Allan ed entra Diawara al 60’. Entra Ceesay ed esce Winter al 67’. Esce Insigne ed entra Ounas al 68’. Ci prova Milik ma ancora il portiere dello Zurigo a negare il terzo gol al Napoli al 69’. Koulibaly questa volta inquadra la porta di testa ma Brecher si rifugia in angolo al 70’.Ammonito Ghoulam al 73’. Esce Ghoulam ed entra Luperto al 76’. Zielinski sigla il terzo gol del Napoli dopo aver superato mezza diversa avversaria con una bella giocata al 77’, 0-3. Gira un bel pallone Marchesano che non inquadra la porta al 78’, buona occasione per lo Zurigo. Ammonito Diawara per un fallo ingenuo al 79’. Esce Odey ed entra Khelifi all’80’. Bel tiro al volo di Kololli che guadagna calcio d’angolo all’82’. Calcio di rigore assegnato allo Zurigo per fallo di mano di Maksimovic che viene anche ammonito. Kololli trasforma il rigore con il cucchiaio all’83’, 1-3. Decisi quattro minuti di recupero. Tiro al volo stupendo di Kryeziu che sorprende Meret salvato solo dalla traversa e dal palo al 90’+2. Ammonito Nef al 90’+3. La partita termina 1-3.

Milik e Insigne durante un’esultanza

https://metropolitanmagazine.it/wp-admin/post.php?post=140604&action=edit

© RIPRODUZIONE RISERVATA