Cronaca

Naufragio a largo della Libia: per l’ONU 61 sopravvissuti, 22 morti

Ennesimo tragico naufragio a largo delle coste della Libia: a comunicarlo le Nazioni Unite a Ginevra. I migranti vittime del naufragio provenivano dal Mali, e sono stati per ben 9 giorni in avaria. Sono 61 i superstiti, molti in avanzato stato di disidratazione, mentre 22 i morti. I sopravvissuti parlano delle terribili condizioni di salute dei deceduti, molti dei quali annegati. Stando all’ONU, la Guardia Costiera libica ha coordinato le operazioni di soccorso dei sopravvissuti. Assegnato invece il porto di Pozzallo (Ragusa) alla Ocean Viking, nave dell’Organizzazione Non Governativa Mediterranée. La nave arriverà attraccherà oggi: a bordo 306 migranti, ospitati sulla nave da 11 giorni, passati dall’equipaggio nella richiesta di un porto sicuro.

Ancora un naufragio nel Mediterraneo: 22 morti e 61 superstiti a nord della Libia, la Ocean Viking attracca a Pozzallo con 306 migranti a bordo

La Ocean Viking, nave dell’ONG Mediterranée, in approdo questa mattina a Pozzallo (RA)

Continuano le disperate traversate del Mediterraneo da parte di migranti africani. Dopo nove giorni di avaria in balia delle onde, sono state soccorse a seguito di un naufragio a nord della Libia 61 persone, provenienti soprattutto dal Mali. Il soccorso è stato compiuto dalla Guardia Costiera libica. Si prospetta per loro un lungo albergo nei “centri di smistamento” dello stato nordafricano. E’ stato più volte documentato come questi centri siano in realtà luoghi di prigionia, dove i migranti “salvati” dai libici rimangono in condizioni disumane. Niente da fare invece per altri 22 naufraghi, deceduti prima che il soccorso potesse avvenire.

La nave di soccorso Ocean Viking, noleggiata fin dal 2019 dall’ONG Mediterranée, invece, ha trovato attracco sicuro nel porto di Pozzallo, in provincia di Ragusa. A bordo del vascello si trovano correntemente 306 migranti, tra cui 53 donne, di cui 4 incinte, e 87 minori non accompagnati. Dallo scorso 24 giugno, la Ocean Viking ha compiuto otto operazioni di soccorso tutte a largo delle coste libiche, luogo di partenza privilegiato per i migranti africani diretti in Europa. E’ previsto per questa mattina lo sbarco e la successiva accoglienza.

Alberto Alessi

Seguici su Google News

Adv

Related Articles

Back to top button