Basket

NBA: i Bucks volano a Chicago, i Jazz ospitano i Pistons

L’MVP fa visita ai Bulls di Zach Lavine, mentre la squadra agli ordini di coach Snyder ospiterà i Pistons di Drummond.

Il capodanno, o meglio, la fine di un altro anno solare, si avvicina, ma ovviamente il treno a vapore chiamato “Regular Season NBA” non si ferma. Come non si è fermato nel giorno di Natale


Sei le partite in programma nella penultima nottata NBA, prima che venga accolto il 2020.

Giannis Antetokounmpo, MVP della scorsa Regular Season NBA
Giannis Antetokounmpo in maglia Bucks (NBA), photo by BasketUniverso


Il match “clou” si svolgerà allo United Center di Chicago, casa dei Bulls, i quali dovranno vedersela con i Milwaukee Bucks dell’MVP della scorsa Regular Season, Giannis Antetokounmpo.


Periodo abbastanza fortunato per i Bulls, che nonostante un record negativo ma non troppo per gli standard della Regular Season (13-20), hanno un parziale di 5-5 nelle ultime 10 partite. In particolare nell’ultimo incontro disputato i Bulls hanno letteralmente strapazzato gli Atlanta Hawks per 116-81 (Markkanen 25, Lavine 19).
Dopo lo stop natalizio con Philadelphia invece i Milwaukee Bucks hanno ripreso a veleggiare con tranquillità in vetta solitaria alla Eastern Conference, e a tutta la NBA: infatti dopo il Christmas Day sono arrivate due vittorie molto agili per i Bucks, la prima sui già citati Hawks (112-86) e la seconda sugli Orlando Magic (111-100).

Miami a Washington

Restiamo ancora a Est, infatti i giovani e lanciatissimi Miami Heat, secondi a Est, saranno ospiti degli Washington Wizards.


Per i padroni di casa la stagione sembra già ormai quasi tramontata: i capitolini infatti occupano la tredicesima piazza nella Eastern Conference con 9 vittorie, a fronte di 22 sconfitte. Ancora orfani dell’ormai lungodegente John Wall i Wizards nell’ultima occasione hanno perso 107-100 contro gli ancor più derelitti New York Knicks.
Situazione invece diametralmente opposta in casa Heat: la banda Spoelstra, capitanata da Jimmy Butler, viene da due vittorie consecutive molto pesanti, che hanno donato alla franchigia della Florida la seconda posizione ad Est.
Nella prima occasione Miami ha avuto la meglio degli Indiana Pacers 113-112 (Butler 20), mentre hanno avuto bisogno di un overtime nella partita successiva per piegare le resistenze dei Philadelphia 76ers con il punteggio di 117-116 (Butler 25).

Qui Ovest

Donovan Mitchell, stella degli Utah Jazz
Donovan Mitchell in maglia Jazz (NBA) photo by SLC Dunk


Alla Vivint Smart Home Arena di Salt Lake City gli Utah Jazz padroni di casa vogliono continuare il loro strepitoso momento di forma, che li ha portati ad otto vittorie nelle ultime dieci partite, e sopratutto a fermare la marcia dei Los Angeles Clippers. Vittoria importante ottenuta per 120-107: decisivo un superlativo Donovan Mitchell, autore di una prestazione totale condita da 30 punti, 7 rimbalzi e 9 assist.
Ad affrontare i Jazz ci saranno i Detroit Pistons, che sicuramente non godono dello stesso stato di salute dei padroni di casa: in primis a livello di infermeria, con fuori Blake Griffin, Reggie Jackson e Markieff Morris, e di conseguenza a livello di risultati. Il record non esaltante parla infatti di 12 vittorie e 21 sconfitte, mentre è da segnalare l’ultima pesante sconfitta patita per mano dei San Antonio Spurs con il punteggio di 136-109.

Sfida tra “deluse”

Un’altra partita interessante, più per gli interpreti in campo che per i record delle squadre, vedrà contrapporsi al Moda Center di Portland i padroni di casa dei Trail Blazers e i Phoenix Suns.


I Blazers dopo un inizio di stagione non esaltante hanno rialzato la testa anche grazie all’aggiunta di Carmelo Anthony: 14 vinte e 19 perse per la franchigia dell’Oregon, che nell’ultima partita si è inchinata ai Los Angeles Lakers di LeBron James (128-120).
Dopo undici sconfitte consecutive invece i Phoenix Suns hanno rialzato la testa proprio nella notte (112-110 contro i Sacramento Kings), anche se il record non mente: 12 vittorie, a fronte di 20 sconfitte. Dopo un ottimo avvio di stagione la franchigia dell’Arizona sembra ancora una volta destinata ai bassifondi della Western Conference.

Il resto del programma NBA

A chiudere il programma della nottata altre due partite: gli Orlando Magic ospiteranno tra le mura amiche dell’Amway Center gli Atlanta Hawks, mentre è prevista una trasferta a Minneapolis per i Brooklyn Nets (out ancora Irving e Levert, oltre a Durant), che se la vedranno con i Minnesota Timberwolves.

Il Programma:
01.00 Atlanta Hawks – Orlando Magic
01.00 Miami Heat – Washington Wizards
02.00 Milwaukee Bucks – CHicago Bulls
02.00 Brooklyn Nets – Minnesota Timberwolves
03.00 Detroit Pistons – Utah Jazz
04.00 Phoenix Suns – Portland Trail Blazers

Seguici su:
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia/
Pagina Twitter: https://twitter.com/mmagazineitalia

Back to top button