Nato il 18 luglio 1918, Nelson Mandela è stato il primo presidente nero della Repubblica Sudafricana. Simbolo della lotta per la libertà, Nelson è stato, inoltre, una figura determinante per la fine dell’Apartheid, il sistema di segregazione razziale sudafricano.

Nelson Mandela: una vita contro il razzismo

Madiba, così lo chiamavo tutti, con il soprannome che deriva dal suo clan di appartenenza, nasce a Mvezo e studia legge. Una volta conseguiti gli studi, entra subito a far parte del movimento anti-apartheid, che sfocia in iniziative perseguibili dalla giustizia locale: agli attivisti come Mandela, infatti, non resta che la strada dell’illegalità. Fondano così l’Umkonto we Siswe, il vero e proprio braccio armato dell’ANC, di cui lo stesso fa parte.

Dalla prigione alla presidenza della Repubblica del Sudafrica

Dal 1964 al 1982Mandela viene rinchiuso nel carcere di alta sicurezza a Robben Island. Dopo la sua liberazione e dopo la vittoria politica per aver ottenuto il suffragio universale, Nelson può finalmente essere votato dal suo popolo: diviene così Presidente sudafricano, in seguito alle elezioni del 1994.

Nelson Mandela - PhotoCredit: dal web.
Nelson Mandela- PhotoCredit: dal web.

Mandela raccontato attraverso i suoi libri

In occasione dell’anniversario di nascita di Mandela e della settimana dedicata a questo grande uomo, vogliamo ricordare lo statista attraverso le parole dei suoi libri. Oltre che politico, attivista e rivoluzionario, Nelson è stato anche uno scrittore: attraverso i suoi testi, si ha una perfetta immagine di quello che è stato quest’incredibile icona politico-morale, un vero e proprio eroe del XX secolo. Oggi, dunque, affronteremo alcuni dei libri celebri dell’autore, attraverso cui sarà possibile percorrere la sua personalità e, allo stesso tempo, celebrare le storie e i colori della sua Africa.

Nelson Mandela e i libri di natura politica

Tra i testi più significativi dell’attività letteraria di Mandela, famosa è indubbiamente la sua Autobiografia, in cui si discute del lungo cammino verso la libertà del popolo nero, verso la conquista di un valore irrinunciabile: la dignità dell’essere umano. Un altro testo necessario, che raccoglie il discorso pronunciato dal leader sudafricano durante la sua difesa nel processo di Rivonia (20 aprile 1964) è La violenza e la legge. In esso, l’autore ricostruisce il percorso dell’African National Congress, motiva la scelta della clandestinità e riassume la strategia di lotta che avrebbe condotto il Sudafrica verso la democrazia multirazziale. Quest’iniziativa lo avrebbe, poi, condotto alla condanna all’ergastolo.

Nelson Mandela - PhotoCredit: dal web.
Nelson Mandela – PhotoCredit: dal web.

In questa breve sezione faremo, infine, cenno a Un nero nei tribunali politici. Testo del 1962, Mandela descrive la realtà sudafricana di fronte ai suoi persecutori. Ancora una volta risultato di un discorso di autodifesa, pronunciata in un’udienza pubblica, è questo una dichiarazione di ‘odio’ verso il sistema dell’Apartheid, ma anche un piccolo capolavoro di arte oratoria.

Le mie fiabe africane (2002)

Vogliamo soffermarci, in particolare, su un’opera affascinante, ricca di tradizione e storia: Le mie fiabe africane. In questa magistrale antologia, Nelson Mandela raccoglie il meglio dell’immaginario fiabesco africano. L’incredibile universo africano, abitato di uomini e animali, è colto attraverso le vivide sensazioni dell’arida essenza dell’Africa, tramite la descrizione dei suoi colori assoluti, della caldissima luce del sole, della foschia azzurra delle montagne. Attraverso questi racconti ci si sente quasi immersi in una realtà pura, antica, più autentica.

Il mio più profondo desiderio è che in Africa la voce del cantastorie possa non morire mai

Il libro, che raccoglie trenta fiabe, originarie di tutta l’Africa, ha il potere di trascinarci nella cultura di questo vasto continente. Dapprima raccontate e diffuse dai cantastorie, le storie ora sono narrate dal leader politico, con l’obiettivo di avvicinare i più al fascino delle tradizioni africane. Con questa antologia di fiabe africane Nelson Mandela, dunque, rende un tributo alla sua terra e getta luce sui narratori africani, che raccontano delle storie senza tempo a metà tra finzione e realtà. Infine, è un testo vivamente consigliato a chi è curioso di conoscere la personalità di un grande uomo. Uomo non solo politico ma anche testimone di un mondo e una cultura lontani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA