Calcio

Neymar, fa rumore l’esultanza in faccia a Kimmich: “Era sicuro di passare…”

Il Paris Saint-Germain, nella serata di ieri, è riuscito nell’impresa di estromettere dalla Champions League i campioni in carica del Bayern Monaco, pur perdendo al ritorno. Al fischio finale, l’esultanza di Neymar e Leandro Paredes, in faccia a Joshua Kimmich, ha lasciato diversi strascichi polemici. È stato proprio l’asso brasiliano a parlare dell’episodio.

Neymar: “Ho esultato con Paredes, non contro Kimmich”

Una sconfitta da festeggiare. Il Paris Saint-Germain ha vendicato la finale dello scorso anno eliminando i campioni in carica dalla competizione. Il club parigino, adesso, è alle semifinali di Champions League grazie alla grande partita giocata in terra tedesca contro i bavaresi orfani di Robert Lewandowski. Neymar, uno dei protagonisti di questa cavalcata, ha chiarito l’episodio dell’esultanza in faccia a Joshua Kimmich: al fischio finale del match, arrivato dopo una grande sofferenza in campo, il brasiliano ha festeggiato con Leandro Paredes di fianco allo sconsolato calciatore dei teutonici. Il fatto non è sfuggito a nessuno. Ecco le parole del fenomeno carioca in merito all’accaduto:

È divertente perché non ho esultato contro di lui ma assieme a Paredes, Kimmich si è trovato lì vicino. Probabilmente era destino. Aveva detto che la loro squadra era la migliore, che avrebbero vinto. Era sicuro che sarebbero andati in semifinale. Puoi avere il possesso del pallone, puoi flirtare tutta la notte con una donna, ma poi arriva un altro e la conquista. on credo che questo sia più un argomento da affrontare, al PSG mi sento molto a mio agio. Sono più felice di prima“.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button