La lega ha delineato una serie di protocolli a cui tutte le squadre dovranno attenersi in vista della ripresa degli allenamenti e della riapertura delle strutture.

I team dovranno quindi organizzarsi affinché sia tutto pronto come da nuovo regolamento entro il 15 maggio.

Come riporta ESPN, Roger Goodell ha inviato un comunicato ufficiale a tutte le dirigenze delle 32 franchigie di NFL, nel quale sono state delineate tutte le regole necessarie alla ripresa graduale degli allenamenti.

Nella prima fase descritta nel regolamento sarà consentito l’accesso alle strutture ad un numero limitato di dipendenti (non giocatori, ndr), fino ad un massimo di 75 membri del personale al giorno.
Tuttavia, questo numero potrebbe variare in quanto in alcuni stati ci potrebbero essere delle misure più restringenti in questo senso.

Nessun giocatore, comunque, potrebbe avere accesso alle strutture, a parte tutti coloro che stanno continuando a svolgere la riabilitazione per infortunio.

Goodell ha voluto sottolineare che la lega sta facendo di tutto per poter garantire ad ogni team un graduale ritorno alla normalità, ponendo tutte le attenzioni sulla salvaguardia della salute di giocatori e membri dello staff.
Ha inoltre aggiunto che:

“Sebbene questi protocolli siano stati definiti e sviluppati molto attentamente, potrebbero essere necessari ulteriori cambiamenti e modifiche per poter soddisfare i requisiti sanitari richiesti da ogni stato”.

Proprio a tal proposito, infatti, Allen Sills, responsabile medico della lega, provvederà ad avere degli incontri con i medici di ciascun team per discutere riguardo l’implementazione pratica di questi protocolli.

Ami il football e vorresti iniziare a scrivere degli articoli? Il nostro team è in costante ricerca di appassionati che hanno voglia di mettersi in gioco. Contattaci subito sulla nostra pagina Facebook ed entra a far parte del team di Metropolitan!

Leggi anche: NFL, nessun cambio di programma in vista della prossima stagione

Foto in copertina: Brynn Anderson/AP

© RIPRODUZIONE RISERVATA