Formula 1

Nicholas Latifi e l’ombra di Abu Dhabi: “Ho vissuto giorni difficili…”

È stata un’annata intensa, emozionante e carica di veleni quella archiviata nel mese di dicembre. E non solo per il Covid-19. La Formula Uno ha visto scontrarsi due piloti talentuosi e focosi che avevano nei rispettivi mirini la vittoria nel Mondiale piloti 2021. Al volante delle due scuderie migliori (ormai da anni) del Circus più prestigioso e famoso delle quattro ruote, Lewis Hamilton e Max Verstappen si sono sfidati senza esclusione di colpi. L’anglosassone, ormai ex campione del mondo, non è riuscito a difendere il suo titolo dall’assalto del rivale olandese. Nel teatro di Abu Dhabi, dopo una stagione di accuse e contatti, si è consumato un ultimo atto che ancora oggi fa discutere Mercedes e Red Bull. Un marchio a fuoco che influenzerà anche questa nuova stagione che è pronta a scaldare già i motori. Nello specifico, il pilota della Williams Nicholas Latifi, autore dell’incidente che ha rimescolato le carte in tavola nell’ultima gara del 2021, si è aperto sui giorni difficili dopo la fine della stagione.

Le difficoltà di Nicholas Latifi sono alle spalle

Critiche. Insulti. Addirittura minacce di morte. Nicholas Latifi, protagonista involontario dell’ultimo atto del Mondiale 2021 di Formula Uno con l’incidente che ha richiamato in pista la Safety Car, non ha passato un momento felice alla fine della stagione. È stato lo stesso pilota della Williams che ne ha parlato benedicendo l’arrivo del nuovo campionato iridato:

Sono stati giorni complicati con tutto quello che è successo dopo, ma fa parte dello sport – così Nicholas LatifiSky Sports. Era quello che mi aspettavo succedesse. Ma ho voltato pagina e adesso che inizia la stagione le persone parleranno d’altro. Per me fa già parte del passato“.

Seguici su Metropolitan Magazine

(Credits: Williams Racing Facebook)

Back to top button