Calcio

Novara Calcio: addio a Walter Stipari

Il 23 Marzo 2020 se n’è andato Walter Stipari, ex Presidente del Novara Calcio e non solo. E’ stato Presidente della Pro Novara, società di ginnastica artistica, sua grande passione; uno sport che egli stesso praticò in età giovanile. Oltre a ciò ha ricoperto anche il ruolo di consigliere della squadra di hockey di Novara. Il suo impegno maggiore però lo ha destinato al Novara Calcio dove è stato Presidente ma anche consigliere ed Amministratore delegato.

La Presidenza Stipari dal 1988 al 1992

L’avventura di Walter Stipari nel Novara Calcio iniziò già prima del 1988, quando ricoprì il ruolo di consigliere sotto la presidenza di Nicolazzi; la quale ottenne la sua miglior stagione nel campionato ’86-’87, con un terzo posto nella classifica di Serie C2, sfiorando la promozione. La stagione ’88-’89 vide per la prima volta Stipari nel ruolo di Presidente all’interno della nuova dirigenza, passata nelle mani del costruttore Gianfranco Montipò. La guida tecnica della squadra venne affidata ad Adriano Fedele; il quale ottenne ottimi risultati, raggiungendo il quarto posto nella classifica finale e sfiorando, per soli 5 punti, la promozione in Serie C1.

La stagione più difficile della sua Presidenza

L’anno calcistico ’89-’90 iniziò con le migliori aspettative per il Novara, forte dei risultati raggiunti nel campionato precedente; purtroppo ben presto però le cose si dimostrarono andare in tutt’altra direzione rispetto a quella sperata. I continui risultati scadenti spinsero Stipari e Montipò a sostituire Mister Fedele con Loris Fuggirai; si trattò di una sostituzione momentanea, poiché la squadra venne poi affidata ad Angelo Domenghini.

La Dirigenza si affidò ad un uomo di grande esperienza calcistica (vice campione del mondo a Messico ’70); al fine di rassicurare una squadra in evidente difficoltà. Nella rosa figuravano giocatori molto giovani; si ricordi in tal caso il diciannovenne Marco Negri (attaccante che si metterà poi in evidenza con le maglie di Perugia e Glasgow Rangers). Purtroppo Domenghini non riuscì nell’impresa, tant’è che venne richiamato in panchina Fuggirai; il Novara finì allo spareggio con il Pontedera, perdendolo e retrocedendo.

Il rilancio del Novara

La stagione ’90-’91 vide da subito una piacevole sorpresa per Montipò e Stipari; il Novara anziché approdare nel campionato interregionale, venne ripescato in Serie C2. La motivazione dipese dalle mancate iscrizioni di Pro Vercelli e la Palma, oltre al fallimento del Frosinone. Alla guida tecnica venne scelto Enrico Nicolini, alla sua prima vera esperienza da allenatore; inoltre la squadra venne rinforzata con l’inserimento a centrocampo di Piraccini. La squadra raggiunse un sesto posto in classifica, replicando l’anno successivo con un dodicesimo posto in Serie C2. Fu questa l’ultima stagione di Stipari nel ruolo di Presidente del Novara Calcio; consegnò il proprio ruolo a Luigi Aschei.

Le stagioni da Amministratore delegato con la promozione in C1

Due stagioni (’92-’93 e ’93-’94) con Luigi Delneri allenatore; una successiva con Franco Colomba (’94-’95) nella quale il Novara consolidò la propria posizione in Serie C2, preparando l’ambiente al salto di categoria. All’inizio della stagione ’95-’96, il direttivo del Novara vide Giampiero Armani nel ruolo di Presidente e Walter Stipari come Amministratore delegato. La squadra allestita si dimostrò essere competitiva per la categoria, con l’inserimento di giocatori d’esperienza e l’aggiunta in attacco di un giovanissimo Simone Inzaghi.

La prima parte di stagione però si dimostrò essere al di sotto delle aspettative, obbligando Stipari a sostituire Mister Paolo Ferraro con Pierluigi Frosio. La decisione dell’ a.d. si dimostrò vincente; il Novara, infatti, con un girone di ritorno entusiasmante ottenne la vittoria del campionato e la promozione in C1. Fu questo il successo più importante di Walter Stipari con il Novara Calcio.

L’ultima stagione di Stipari con il Novara

Il campionato ’96-’97 vide il Novara impegnato in Serie C1, con l’obiettivo di mantenere la categoria; la Presidenza passò il 30 Settembre del ’96 da Montipò a Manzetti e la squadra fu rinnovata nell’organico. Inoltre, al posto di Mister Frosio di ritorno a Modena, venne chiamato Giancarlo Danova. Le difficoltà derivanti dalla nuova categoria emersero però fin da subito; la squadra si trovò coinvolta nella bassa classifica, il 3 Dicembre Stipari e Manzetti decisero di sollevare Danova dall’incarico, sostituendolo con Roberto Antonelli.

Purtroppo la stagione era ormai compromessa, il Novara penultimo in classifica retrocesse in C2. In questa stessa stagione si chiuse anche l’esperienza di Stipari nella dirigenza del Novara. L’ uscita di Montipò, al quale era legato da una profonda amicizia, con la retrocessione della squadra, lo portarono a maturare la decisone di abbandonare l’incarico pur rimanendo legatissimo all’ambiente.

La città di Novara si stringe intorno al ricordo di Walter Stipari, un concittadino che amava le proprie origini; un uomo di sport che si è dedicato con grande impegno alle sue passioni, ginnastica artistica e calcio.

Seguici su

Twitter

Instagram

Facebook

Back to top button