Basket

Olimpia Milano-Real Madrid, Eurolega basket: meneghini ko

Questa volta la pietanza italiana non è indigesta ai bianchi di Spagna. Il Real Madrid, dopo aver conosciuto la sconfitta contro Virtus Segfredo Bologna nelle giornate precedenti di Eurolega basket, vince al Forum d’Assago contro Olimpia Milano. Un’affermazione molto importante per gli iberici che mettono così a referto la terza vittoria in sei partite fin qui disputate. I Blancos agganciano in graduatoria proprio i rossi di Lombardia: i campioni d’Italia, esattamente come gli avversati incontrati nella serata di ieri, sono fermi a quota tre vittorie dopo aver incassato il terzo ko nella competizione in sei sfide fin qui disputate.

Olimpia Milano-Real Madrid: crolla la difesa di Messina

Olimpia Milano (Photo credits: Olimpia Milano).

Il Real Madrid ha dimostrato di avere, certamente, quel qualcosa in più a livello tecnico e fisico contro Olimpia Milano. La caratura tra le due squadre si è vista, si è palpata al Forum d’Assago con i Blancos che, dopo aver subito la sconfitta casalinga contro la Virtus Bologna, si prende la rivincita contro un’italiana vincendo nel capoluogo lombardo col punteggio di 77-83. I rimbalzi sono stati certamente decisivi in questo incontro di Eurolega basket, con Tavares che ha giganteggiato sugli avversari in rosso. Musa (25) ed Hezonja (15) sono puro veleno per la retroguardia di Messina che viene martellata costantemente dalle loro giocate. La foga dei padroni di casa dura solo un tempo, poi il lento tracollo verso una sconfitta che pesa, ma che non pregiudica nulla.

Le parole amare di coach Ettore Messina

Faccio le congratulazioni al Real Madrid prima di tutto. Loro hanno lavorato in maniera aggressiva in difesa nel secondo tempo, ma è chiaro che l’aver sbagliato almeno sette tiri aperti ha condizionato la gara. Abbiamo avuto momenti buoni e momenti meno buoni – racconta il tecnico di Milano dopo il ko pesante contro il Real Madrid di Chus Mateo . Dobbiamo continuare a lavorare. In questo momento dobbiamo aiutare Brandon Davies a ritrovarsi e Deshaun Thomas a trovare delle posizioni migliori. Non possiamo lavorare solo in maniera esterna e col pick n’ roll. Non possiamo pensare di avere azioni solo azioni di tocco, ma ci serve anche forza. Una squadra che in questo momento non è pronta? Io speravo di averla, però non possiamo negarci di aver avuto problemi a livello di infortuni. Un po’ mi sento in allarme, sappiamo quello di cui abbiamo bisogno, anche se non sarà facile trovarlo. Shields ci manca, ma dobbiamo lavorare al meglio con il roster a disposizione cercando di alzare la fisicità“.

(Credit foto – pagina Facebook Olimpia Milano)

Seguici su Google News

Back to top button