Tennis

Olimpiadi Tokyo 2020, tennis: niente da fare per Fognini e Giorgi

Adv

Si concluderà senza podio l’evento a cinque cerchi dell’Italia del tennis. Questa notte, infatti, hanno dovuto lasciare le Olimpiadi di Tokyo 2020 sia Fabio Fognini sia Camila Giorgi, ultimi due atleti azzurri rimasti in gara. Encomiabile (come al solito quando si tratta di difendere i colori italiani) la prova del ligure. Alla fine però ad andare ai quarti di finale sarà il russo Medvedev dopo una durissima lotta di tre set. Per la marchigiana, invece, sfuma addirittura la semifinale, sconfitta in due set dall’ucraina Svitolina.

Fabio getta il cuore contro l’ostacolo ma purtroppo non basta

Ha dato tutto Fabio Fognini (numero 31 ATP) nel suo incontro di ottavi di finale delle Olimpiadi di Tokyo 2020 ma alla fine ad andare avanti sarà Daniil Medvedev (numero 2 ATP). Quest’ultimo ha prevalso per 6-2 3-6 6-2 dopo quasi due ore e mezza di partita e adesso ai quarti di finale se la vedrà contro lo spagnolo Carreno Busta (numero 11 ATP). Tanto rammarico per il ligure, per un set decisivo che ad un certo punto sembrava poter essere rimesso in piedi. Il primo parziale, invece, è andato meritatamente al moscovita, che ha trovato i due break risolutivi rispettivamente nel primo e nel quinto game. Il secondo set è stato equilibratissimo, con Fabio che ha conquistato l’allungo decisivo nell’ottavo gioco. Nel gioco successivo, quello in cui ha servito per la frazione, ha poi rimontato addirittura dallo 0-40, in un parziale i cui è stato lucidissimo sulle palle break (5/5 cancellate).

L’inerzia del match è sembrata poter passare dalla parte di Fognini, contro un Medvedev provatissimo anche a causa del gran caldo. Il russo, tuttavia, è riuscito ad annullare tre palle break consecutive nel primo gioco e poi ha trovato lui il modo di sfondare issandosi sul 2-0. Il game decisivo forse è stato il settimo, un momento in cui l’azzurro ha provato il tutto per tutto per riaprire la contesa. Implacabile però ancora una volta il moscovita, che ha cancellato altre tre palle break. Dopo le chance sprecate è arrivato nuovamente il break, stavolta quello che ha chiuso definitivamente i giochi per Fabio. Quest’ultimo, tuttavia, merita solamente applausi. La maglia azzurra, come al solito, viene sempre onorata alla grande da Fognini.

Olimpiadi Tokyo 2020: stavolta non riesce l’impresa a Camila

Serviva un’altra grande impresa a Camila Giorgi (numero 61 WTA) per staccare il pass per le semifinali delle Olimpiadi di Tokyo 2020. Dall’altra parte della rete, infatti, c’era l’ucraina Elina Svitolina, numero 6 del ranking mondiale. Purtroppo la marchigiana non è riuscita a mantenere il livello straordinario dei giorni precedenti ed ha dovuto soccombere in due set contro la tennista di Odessa, che si è imposta con un duplice 6-4 dopo 1h e 32 minuti di gioco. L’azzurra è stata penalizzata in entrambi i parziali dalle partenze. Sia nel primo sia nel secondo set, infatti, è scivolata sotto di due break (3-0 e 4-1).

Non è bastato recuperarne uno contro una giocatrice come la Svitolina che, quando è stata chiamata a servire per le due frazioni sul 5-4, ha sempre trovato degli ottimi turni di battuta. Può festeggiare la giocatrice ucraina, lei che a Rio de Janeiro 2016 si era fermata ai quarti di finale contro la ceca Kvitova. A Tokyo invece, contro una tra la spagnola Badosa (numero 29 WTA) o la ceca Vondrousova (numero 42 WTA), si giocherà la possibilità di poter conquistare una medaglia.

ENRICO RICCIULLI

Photo Credit: account Twitter ufficiale dell’International Tennis Federation, @ITFTennis

Adv
Adv
Adv
Back to top button