La Sampdoria di mister Claudio Ranieri è concentrata sul campo per preparare al meglio la sfida di domani contro il Lecce che potrebbe rivelarsi decisiva ai fini della salvezza. I blucerchiati sono reduci da due KO di fila e dovranno ancora fare a meno di capitan Quagliarella alle prese con un problema muscolare. Mentre il mister testaccino prova a risolvere le “grane” del campo però, negli uffici di Piazza Borgo Pila Carlo Osti sta lavorando sia per definire alcune situazioni contrattuali con i tesserati del club, sia per valutare le occasioni che offre il mercato. Intanto, spunta il nome di Dennis Man.

Osti: da Yoshida a Bertolacci, quanto lavoro per il DS blucerchiato

Dopo aver rinnovato egli stesso il proprio contratto con la Sampdoria nei giorni scorsi, Carlo Osti, DS del club blucerchiato, sta lavorando per definire la rosa in vista della prossima stagione. Il primo nodo da sciogliere è quello dei contratti in scadenza: il caso più spinoso, in tal senso, è quello di Maya Yoshida. Il giapponese è in prestito dal Southampton fino a fine stagione, ma Osti sta già lavorando al suo acquisto definitivo. Ci sarà innanzitutto da sottoscrivere un modulo col club inglese, così come da nuove norme federali, per far sì che il capitano nipponico resti a Bogliasco fino al termine di questa stagione sportiva. Poi il giapponese sarà libero di firmare con chi vorrà visto che il suo contratto col Southampton, prolungato sino al 31 agosto, andrà in scadenza. Osti, secondo Sampnews 24, vuole offrirgli un biennale ma il giapponese dovrà accettare una riduzione sostanziosa dell’ingaggio rispetto ai 4,8 milioni di euro annui percepiti in Inghilterra.

Man

Resta da decifrare anche la situazione di Andrea Bertolacci: arrivato a gennaio dal Milan il centrocampista romano è riuscito a trovare spazio seppur tra alti e bassi. La Sampdoria dovrà decidere se rinnovargli la fiducia o aspettare la fine del contratto per lasciarlo libero di trovarsi una nuova sistemazione. Anche in questo caso pare che le parti abbiano raggiunto l’accordo per il rinnovo almeno fino a fine agosto.

Accordo trovato anche per i due portieri di riserva, Seculin e Falcone che, secondo tuttomercatoweb, dovrebbero restare in blucerchiato anche il prossimo anno col portiere goriziano che dovrà prima essere riscattato dal Chievo Verona. Futuro blucerchiato, infine, anche per Lorenzo Tonelli sul quale pende un obbligo di riscatto di 2,5 milioni da corrispondere al Napoli e che la Sampdoria dovrebbe esercitare alla fine di questa stagione sportiva.

Man e non solo: le novità che arrivano dal mercato

Non solo rinnovi in casa Sampdoria. Carlo Osti sta setacciando il mercato alla ricerca di rinforzi utili alla causa dei blucerchiati. Uno di questi potrebbe essere Lorenzo De Silvestri, esterno destro in scadenza col Torino, il cui contratto Cairo non sembra disposto a rinnovare. Il laterale ha già difeso i colori della Samp dal 2012 al 2016 e ora potrebbe tornare a Genova per rinforzare una fascia che può già contare sul buon apporto di Thorsby. Occhio anche al Bologna, altra squadra che si sarebbe fatta avanti, e nella quale De Silvestri andrebbe a ricoprire il ruolo naturale di terzino destro. Secondo Tuttosport dei contatti con entrambe le squadre ci sarebbero già state, ma De Silvestri dà priorità al rinnovo con i granata e sta dunque cercando di capire cosa deciderà per lui Cairo.

Spostandoci in attacco, e nel campionato rumeno in particolare, la Samp avrebbe messo gli occhi addosso a Dennis Man, ala destra dello Steaua Bucarest, autore di quattro gol e sette assist durante questa stagione. Sul talentuoso classe ’98, oltre alla concorrenza dell’Atalanta, si registra quella del Feyenoord che, stando a quanto riporta Sampnews 24, avrebbe offerto 7 milioni alla Steaua per il suo cartellino. Offerta rispedita al mittente visto che i rumeni lo valutano non meno di 18 milioni.

Attenzione ad Urzi e Borrè

Sono costosi anche gli altri due obiettivi sulle corsie offensive, che rispondono ai nomi di Augustin Urzi e Rafael Borrè, rispettivamente in forza al Banfield e al River Plate. Entrambi hanno clausole rescissorie pari a 30 milioni di euro, cifra che la Sampdoria non può permettersi di spendere anche visto e considerato che sui due ragazzi c’è parecchia concorrenza: Borrè piace a diversi club della Liga, fra cui il Villarreal in cui ha già giocato, e alla Lazio. Urzi, il cui acquisto a detta dell’agente potrebbe concretizzarsi anche per 10 milioni, piace invece a Torino e Verona. Occhio infine ad Adi Nalic, trequartista del Malmo, che la Sampdoria sta monitorando così come il Bordeaux e lo Standard Liegi.

Sul fronte cessioni, destino segnato per Gonzalo Maroni che, in prestito dal Boca fino a data odierna, potrebbe essere addirittura richiamato in patria prima che finisca la stagione attuale. Sirene viola invece per Ramirez che, secondo Il Secolo XIX, sarebbe finito nel mirino della Fiorentina pronta a prenderlo a zero alla scadenza del contratto (giugno 2021).

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA