Pagamenti digitali: gli strumenti più usati sul web

Una nuova filosofia che si è affacciata già da qualche anno e che ha cambiato radicalmente le abitudini degli utenti. far ricorso al web ed alle tecnologie multimediali anche per inviare e ricevere pagamenti: in stanza una rivoluzione vera e propria, basta stare seduti davanti al proprio pc per mandare un pagamento dall’altra parte del mondo o ricevere soldi.

Sono diversi gli strumenti di pagamenti digitale che sono disponibili oggi in rete: alcuni sono ampiamente noti e fanno riferimento a colossi, brand noti in tutto il mondo; altri sono più di nicchia, riferiti magari a realtà più circoscritte ma comunque validi. Facciamo una rapida carrellata di quelli che sono i principali strumenti di pagamento digitale.

Paypal: in una classifica di questo genere non si può non iniziare con lo strumento principe; anzi, il re di pagamenti elettronici. Paypal. si tratta di un colosso a livello mondiale, al primo posto assoluto per utilizzo con riferimento al pagamento di acquisti effettuati tramite ecommerce. Tra i vantaggi, oltre all’immediatezza della transazione ed alla semplicità di apertura conto anche la sicurezza totale: Paypal protegge gli utenti dal rischio truffe, furti di identità, mancata consegna merce acquistata.

Stripe: veniamo ora ad uno dei sistemi di pagamento maggiormente in crescite negli ultimi periodi. Stripe è un metodo di pagamento elettronico molto adatto per acquisti online che garantisce transazioni in tempo reale, sicure, con possibilità di pagare direttamente sul sito, evitando reindirizzamenti vari. La novità di rilievo rispetto ad altri circuiti è data dal fatto di essere compatibile con le principali monete virtuali, dal Bitcoin in giù.

Nexi: Un sistema di pagamento per ecommerce, per la precisione il più noto in Italia. D’altra parte Nexi è una azienda italiana che nasce per offrire servizi ed infrastrutture utili al pagamento digitale per soggetti di varia natura, dalle banche alle aziende passando per pubbliche amministrazioni ed istituzioni. Un sistema di pagamenti facile e sicuro, interamente italiano, il che lo rende particolarmente consigliato per tutti i servizi di supporto ai clienti, come nel caso della semplicità di reperimento dei contatti servizio clienti Nexi.

Google Pay: non poteva mancare il colosso per eccellenza della rete, il motore di ricerca più usato. Big G, nome con il quale viene chiamato Google, ha lanciato da un po’ di tempo il suo sistema di pagamento elettronico che in Italia è sbarcato nel 2018. Il circuito è riferito ad acquisti in rete con smartphone, siti web ed app compatibili. Ovviamente Google Pay è utile se si utilizza uno smartphone Android; se poi questo contiene anche un chip Nfc al proprio interno, sarà possibile effettuare pagamenti contactless anche in negozi ed attività fisiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA