Calcio

Palermo, prima della Paganese c’è l’ostacolo tamponi: nuovo giro

Il Palermo di Roberto Boscaglia sembra aver imboccato la strada giusta nel Girone C della Serie C. Almeno a livello di continuità di risultati. Dopo un inizio davvero molto traumatico intrecciato da un solo punto (contro la Ternana) nelle prime quattro partite del raggruppamento, le ultime tre partite hanno portato una tangibile inversione del trend: cinque punti (2 pareggi ed 1 vittoria) nelle ultime tre di campionato. Periodo che, tra le positività, si è vestito con la prima vittoria del nuovo corso rosanero tra i professionisti ottenuta in trasferta contro la Juve Stabia. Adeso, il team siciliano attende di affrontare la Paganese: prima di farlo, però, la squadra dovrà superare il test dei tamponi del Coronavirus.

Prima della Paganese, il test più pericoloso per il Palermo: i tamponi

In questo strano e bizzarro periodo che sta riscrivendo tutte le vecchie abitudini della nostra quotidianità, il mondo del calcio non sfugge all’influenza terribile del Coronavirus, la malattia virale esplosa in Cina che si è propagata in tutto il mondo mietendo contagi e vittime. Le squadre professionistiche, così, con il tempo hanno imparato a conoscere l’avversario più difficile da affrontare: il virus chiamato Covid-19.

Il Palermo, già colpito ampiamente dall’epidemia nei giorni scorsi, prima di scendere regolarmente in campo contro i campani della Paganese dovrà sostenere, proprio in queste ore, un giro di tamponi atto a scongiurare focolai e problemi annessi. Secondo il protocollo, infatti, i calciatori devono obbligatoriamente sottoporsi al test nelle 48 precedenti la gara ufficiale. Intanto, Roberto Boscaglia dovrà certamente rinunciare a calciatori del calibro di LanciniLuperiniMarongSantanaSilipo e Somma. Sperando di ricevere buone notizie proprio dalle strutture sanitarie in vista dell’importante sfida contro gli azzurro stellati.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button