I Patriots accusano i Texans per aver cercato di condizionare Nick Caserio

Come riportato da NFL.com, la ricerca di un nuovo General Manager da parte dei Texans potrebbe avere delle ripercussioni sul team.

Una fonte ha infatti raccontato a Ian Rapoport di NFL Network che i Patriots avrebbero accusato i Texans di aver cercato di “condizionare” Nick Caserio affinché diventasse il nuovo GM del team di Houston.

Si tratterebbe infatti di tampering, ovvero qualsiasi tipo di azione fatta da una società per cercare di convincere un qualsiasi membro di un altro team (sia giocatore che membro del personale o dirigente, ndr) a lavorare con quella società.

Rapoport ha anche aggiunto che già dal giorno del licenziamento di Brian Gaine, i Texans abbiano avviato alcuni contatti con Caserio.

Secondo Mike Garofalo, il tutto potrebbe essere partito da Jack Easterby, ex membro dei Patriots, il quale è stato ingaggiato dai Texans proprio durante questa offseason.

Proprio per questo qualcuno ha pensato che Easterby avesse contattato Caserio già prima del licenziamento di Gaine.

Bill O’Brien, head coach dei Texans, a tal proposito ha dichiarato: “Il compito di Jack è quello di pensare allo sviluppo del team, aiuta me e la squadra con lo staff. Il suo arrivo è stato un bene per questo team“.

Per il ruolo di GM, i Texans hanno anche sondato il terreno per Ray Farmer (ex Browns) e Martin Mayhew dei San Francisco 49ers.

Come riportato da Jeremy Bergman, un altro episodio simile capitò ancora ai Pats. Nell’aprile del 2015, infatti, l’NFL recapitò una multa di 100.000 $ a Woody Johnson, proprietario dei New York Jets.

Nel dicembre 2014, infatti, Johnson dichiarò di voler avere nuovamente al suo fianco Darrelle Revis, il quale aveva firmato un contratto di un anno con i Patriots, cosa che effettivamente accadde nell’offseason successiva.

Leggi anche: Eric Winston: “Ecco come dovrebbero essere i playoff NFL”

Foto in copertina: AP

© RIPRODUZIONE RISERVATA