Metropolitan Today

Patto di Varsavia: ventinove anni fa lo scioglimento

Patto di Varsavia: sono trascorsi ventinove anni da quando il patto fra le alleanze del Blocco Sovietico si sciolgono. Era il 31 marzo 1991. Non solo ricorrenze politiche in questo ultimo giorno di marzo: l’inaugurazione della Tour Eiffel e la promulgazione dei Codici Hays.

Patto di Varsavia, Tour Eiffel, Codici Hays

Prima di menzionare il Patto di Varsavia, occorre un flashback: Koechlin, Nouguier e Sauvestre, tecnici e ingegneri lavoratori presso la Compagnie des Etablissements Eiffel, una fiorente ditta gestita da Gustave Eiffel, progettano quella che poi diventerà un simbolo di Parigi; la nuova epoca del ferro, acciaio e vetro simbolo della seconda metà dell’Ottocento: la Tour Eiffel.

La Torre Eiffel - Photo Credits: web
La Torre Eiffel – Photo Credits: web

Sul finire del 1884, il governo francese annunciò sui giornali che l’Esposizione Universale si sarebbe tenuta proprio a Parigi nel 1889. Numerosi ingegneri, tra i quali, appunto, Koechlin e Nouguier, si misero all’opera. Così, proprio il 31 marzo 1889, si inaugurò la Tour Eiffel.

Codice Hays e Cinema

E’ il 31 marzo del 1930, quando si assiste alla pubblicazione alcune istruzioni per la produzione di materiale cinematografico: il “Production Code” elencava tre “Principi generali”:

  • Non sarà prodotto nessun film che abbassi gli standard morali degli spettatori. Per questo motivo la simpatia del pubblico non dovrà essere indirizzata verso il crimine o comportamenti devianti;
  • Saranno presentati solo standard di vita corretti, volti all’intrattenimento;
  • La legge, naturale, divina o umana, non sarà mai messa in ridicolo, né sarà mai sollecitata la simpatia dello spettatore per la sua violazione.

Ad esse erano correlate le innumerevoli “Applicazioni particolari”: Proibizione di materiale cinematografico in cui apparivano: nudi, danze fraintendibili, atti volti al ridicolizzare la religione, rappresentazioni dell’uso di droghe e di alcolici – “quando non richiesto dalla trama o per un’adeguata caratterizzazione”– , rappresentazioni di relazioni tra persone di etnie diverse, metodi di esecuzione dei delitti, allusioni all’omosessualità, locuzioni offensive.

Patto di Varsavia e alleanze

Il 31 marzo del 1939 il primo ministro inglese Chamberlain annuncia che Francia e Inghilterra daranno alla Polonia “tutto l’appoggio possibile” per la resistenza agli invasori tedeschi.

Origine del trattato

Il Patto di Varsavia, nasce ufficialmente come Trattato di amicizia, cooperazione e mutua assistenza, il 14 maggio 1955, elaborato da Nikita Chruščёv.Si tratta di un’alleanza militare fra i paesi del Blocco Sovietico, nata in contrapposizione all’Alleanza Atlantica, nota principalmente come NATO e fondata nel 1949. Al Trattato aderirono l’Unione Sovietica e sette dei suoi “alleati” europei: Ungheria, Romania, Polonia, Cecoslovacchia, Bulgaria, Albania e Germania dell’Est. Appena una settimana prima, invece, la Germania dell’Ovest era entrata nella NATO, Il 6 maggio 1955.

Obiettivi e motivi dello scioglimento del Patto di Varsavia

L’obiettivo predominante, era quello di creare una difesa coesa tra gli stati membri, al fine di scoraggiare un possibile attacco nemico. Tuttavia, l’alleanza consentì ai sovietici di esercitare cospicui controlli sugli alleati, impedendo loro di esercitare e conquistare una qualsivoglia autonomia. Le conseguenze si riflessero dapprima, nel 1956, con la repressione della Rivoluzione Ungherese, dovuta dall’intervento armato delle truppe sovietiche.

Patto di Varsavia, Europa prima del 1991 - Photo Credits: vistosulweb.com
Patto di Varsavia, Europa prima del 1991 – Photo Credits: vistosulweb.com

Il secondo esempio, con la Rivolta Cecoslovacca avvenuta nel 1968: la famosa Primavera di Praga. Periodo storico in cui si auspicava la liberalizzazione, visto il dominio dell’Unione Sovietica. Lo slovacco Alexander Dubček salì al potere il 5 gennaio 1968, fino al 20 agosto dello stesso anno, quando un corpo di spedizione dell’URSS e alcuni membri alleati del patto, invasero il paese.

La fine e l’alleanza con la Nato

Il tratto terminò il 31 marzo 1991 e fu ufficialmente sciolto durante un incontro tenutosi a Praga il 1º luglio 1991. In questo stesso giorno, firmarono il protocollo ufficiale atto allo scioglimento dell’accordo. Il 12 marzo 1999 gli ex membri del Patto di Varsavia: Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia aderirono alla NATO. Slovacchia, Romania, Bulgaria, Estonia, Lettonia e Lituania entrarono nella NATO nel 2004. L’Albania e la Croazia sono entrate nella NATO nel 2009.

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Back to top button