Moda

Pelle, nel podio del ranking dei materiali estivi

Chi l’avrebbe mai detto che la pelle sarebbe stata il materiale di tendenza anche nella stagione estiva? Eppure, secondo l’analisi condotta da Tagwalk per conto della Confederazione Europea del Lino e della Canapa, la pelle risulta essere con una quota del 6,9% al secondo posto nel ranking dei materiali più usati dalle griffe per i le collezioni della primavera-estate 2021.

Amata dai più noti fashion brand, la pelle difficilmente è assente sulle passerelle. Un tessuto affascinante che può ben adattarsi a diversi stili di abbigliamento, e che è in grado di superare gli anni ed evidentemente anche le stagioni. La colpa non è di certo solo del nostro intuito modaiolo, ma anche degli stilisti, che hanno riproposto in passerella irresistibili leather pieces anche nel periodo caldo.

Capi in pelle - PhotoCredit: © cosmpolitan.com
Capi in pelle – PhotoCredit: © cosmpolitan.com

Il ranking dei materiali: non solo pelle

L’indagine condotta da Tagwalk ha previsto l’analisi di 200 milioni di dati prendendo in considerazione le sfilate dei brand d’eccellenza. Parliamo di Fendi, Dior, Jacquemus. Ma la classifica della pelle e degli altri materiali è stata anche dedotta dai tag utilizzati dalle maison di moda durante le presentazioni.

Il knit è risultato il primo in classifica con un 12,1% tra tutti i materiali usati. Mentre la pelle raggiunge il secondo posto nel podio con un 6,9%, un ottimo risultato data la collocazione insolita di questo materiale nelle stagioni estive. Il denim invece lo ritroviamo al terzo posto con un 5,9%. Ed essendo che, secondo l’edizione francese di Fashion Network quello dei materiali è un ranking dove i primi 10 classificati primeggiano indiscussi, non possiamo di certo lasciare la pelle in disparte.

Aurora Marino

Seguici su

Facebook

Metropolitan Art & Lifestyle

Twitter

Instagram

Back to top button