Per le vacanze di settembre scegli le Isole Baleari: quali sono quelle minori

Foto dell'autore

Di Sonia Faseli

Le Isole Baleari rappresenta da sempre un attraente destinazione per una vacanza estiva o per un weekend fuori porta. Tradizionalmente i turisti scelgono di trascorrere le vacanze in isole più affollate come Ibiza e Formentera. Ma non tutti sanno che le isole minori sono altrettanto affascinanti e ricche di attrattiva.

Le isole minori delle Baleari

Isole Baleari photo credits wikipedia

Le isole principali delle Baleari sono sostanzialmente Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera. Ma non si possono non menzionare anche quelle minori, ricche di paesaggi affascinanti. Tra queste vi sono Cabrera, Conejera, Dragonera, Ed Vedrà, Espalmador, Espardell, Tagomago.
Cabrera è nota per ospitare il Parco nazionale dell’arcipelago di Cabrera, un’area naturale che protegge la biodiversità dell’isola.
Cabrera è una piccola isola dell’arcipelago delle Baleari, che si trova a sud dell’isola di Maiorca. Dal 1916 è stata destinata come zona militare. Questo è stato uno dei motivi per cui questa piccola isola è riuscita ad evitare lo sfruttamento turistico, mantenendo la conservazione di flora e fauna marina e terrestre. Secondo la storia locale quest’isola è stata visitata da numerosi popoli che navigavano il Mediterraneo, tra cui Fenici, cartaginesi, romani e bizantini. Tra il XIII e il XIV secolo è diventata la sede di una base di pirati per gli attacchi alle coste Maiorchine. Oggi i suoi meravigliosi paesaggi e le sue spiagge possono essere una valida alternativa alle isole principali dell’arcipelago.
Conejera è una piccola isola, spesso sottovalutata dai turisti, in quanto le sue attrazioni sbiadiscono di fronte alle isole principali. In realtà si tratta della seconda isola in ordine di grandezza dell’Arcipelago di Cabrera.
Dragonera si trova invece a ovest dell’isola di Maiorca, ed è uno spazio naturale protetto. Secondo la leggenda il nome deriva dal latino Traco-traconis, che si traduce letteralmente con “solco nella terra, fessura, passi sotterranei”. Questo nome farebbe infatti riferimenti ad una fenditura di acqua dolce situata in una grotta dell’isola.

Quest’isola viene apprezzata dai turisti soprattutto per i suoi fendenti subacquei situati nelle località più vicine di Sant Elm e Port d’Andratx. Durante gli anni settanta quest’isola è stata oggetto di dispute per un progetto di edificazione riguardante abitazioni di lusso, hotel, un porto e un casinò. In realtà il Consiglio insulare di Maiorca ha bloccato questa iniziativa sul nascere, al fine di proteggere l’isola è le sue bellezze naturali. Oggi la via d’accesso a Dragonera è solo via mare da Sant Elm o da Paguera, e solo previo permesso. Per visitare l’isola si possono scegliere 4 tragitti possibili, oppure vagare in libertà alla scoperta di paesaggi nascosti.
Es Vedrà è una delle isole minori situata a sud-ovest di Ibiza, anch’essa trascurata dai turisti perché poco conosciuta.

Espalmador, Espardell e Tagomago

Espalmador è un’isola minore di proprietà privata, collocata a nord di Formentera. Nonostante la costa sia frastagliata, due piccole spiagge a sud e a nord-ovest sono l’ideale per il transito delle barche. Gli isolotti che circondano quest’isola sono Sa Torreta, Illa Castavi e Illa des Porcs. Espardell si trova a nord di Formentera, e le sue dimensioni sono molto ridotte. Oltre alle spiagge quest’isola è importante per il suo valore storico. Infatti sulla costa occidentale si trovano i resti di un‘antica torre di difesa araba.
Tagomago è situata a est di Ibiza. L’etimologia del suo nome deriva dalla Rocca di Mago, che fa riferimento a Magone Barca, generale cartaginese e fratello di Annibale. L’isola in questione è estremamente rocciosa, ma rappresenta un punto di riferimento per le rotte navali da Ibiza a Palma di Maiorca e Barcellona. L’isola e proprietà privata, ma ospita un piccolo stabilimento turistico per politici e personaggi celebri.

Sonia Faseli

Segui su Google News