PaperNerd

Perché alle persone piacciono gli anime?

Perché alle persone piacciono gli anime? L’industria degli anime è un settore dell’intrattenimento di dimensioni enormi e in costante crescita. Negli ultimi anni, l’industria anime ha registrato grandi introiti, arrivando quasi a superare i successi di blockbuster come i film della Marvel. Dalle genti comuni alle celebrità, sempre più persone hanno aggiunto siti come AnimeSaturn ai propri segnalibri per dimostrare a tutti il loro amore per gli anime. Con i loro colori sgargianti e la loro grafica spettacolare, gli anime sono senza dubbio il prodotto di tendenza del momento e val la pena provare ad immergersi in questo mondo.

Nella maggior parte dei casi, i personaggi principali degli anime sono estremamente inferiori alle aspettative. Allo stesso tempo, però, appaiono anche abbastanza relazionabili. L’industria è così influente che anche le persone che non guardano anime hanno un’idea di chi siano personaggi come Goku e Naruto. Quindi, cosa rende gli anime così meritevoli? Perché a così tante persone piacciono gli anime? Proviamo a dare una risposta a queste domanda con questo articolo.

Perché alle persone piacciono gli anime? Per la bellezza delle animazioni!

Ogni serie anime ha un modo diverso di condurre la sua storia, ma ciò che rende la visione degli anime ancora più interessante è la bellezza delle loro animazioni. Negli anime, le serie hanno solitamente una storia avvincente, ma le animazioni riescono a rendere la trama ancor più coinvolgente. Alcuni esempi sono Attack on Titan, Violet Evergarden e Code Geass.

Ci sono anche dei casi in cui le animazioni hanno letteralmente salvato e causato il successo dei manga da cui sono stati ispirati, portando la serie in cima alle classifiche. Un esempio è Demon Slayer. Mentre il manga originale non era così popolare e di successo al momento dell’adattamento in anime, la bellezza delle animazioni di Ufotable gli ha dato proprio la magia che gli mancava. È quindi grazie all’anime e alla bellezza delle sue animazioni se questo titolo ha potuto godere di un successo mondiale di tale portata. Inoltre, serie di anime come Mononoke sono senza dubbio un’esperienza da guardare anche per chi non è un fan. Nel complesso, non c’è dubbio che la bellezza delle animazioni sia uno dei fattori principali che ci fa piacere gli anime.

Gli anime ci insegnano a vivere

Il famosissimo anime di Naruto è stato discusso a livello globale per aver insegnato ai suoi fan a vivere. L’anime insegna una serie di lezioni di vita e si presenta come uno dei migliori a questo proposito. Dall’importanza del lavoro di squadra al non arrendersi mai nelle difficoltà, Naruto cattura tutte le emozioni della vita. Gli anime di solito insegnano lezioni di vita significative attraverso le loro storie. Alcuni altri esempi sono One Piece e Attack on Titan. Le serie non esitano mai a far emergere il loro vero scopo e talvolta aiutano i fan a ritrovare sé stessi attraverso la storia. Anche anime soprannaturali come Tokyo Ghoul hanno una lezione di fondo che lo rende un capolavoro.

Gli anime piacciono per i personaggi principali e le trame imprevedibili!

Gli anime sono famosi per i loro personaggi principali drasticamente potenti. Tuttavia, non si tratta solo dell’aspetto esteriore, quello legato alla forza bruta, ma anche ad un livello introspettivo. Ad esempio, Midoriya di My Hero Academia ha una tale determinazione che riesce a provare simpatia per i cattivi. Un altro protagonista di questo tipo è Naruto, che durante l’arco dell’invasione di Konoha ha capito perché Madara ha scelto quel particolare modo di vivere. Il bello di creare personaggi di questo tipo è che, alla fine, può esserci una svolta imprevista degli eventi.

Anime come Chainsaw Man si collocano alla grande in questa categoria. Ma un altro nome di questo tipo è Death Note. Anche Code Geass presenta un tipo di storia simile. I personaggi principali non sempre desiderano fare del bene, ma a volte agiscono come antieroi o antagonisti delle loro stesse storie. L’industria cattura storie nuove e fresche; tuttavia, è sempre il protagonista principale a tenere in piedi la serie.

Perché le persone amano gli anime: Sono emotivi e relazionabili!

Non c’è bisogno di dire che le serie anime riescono spesso a far piangere gli spettatori. Film come Your Name, Spirited Away o serie TV come Violet Evergarden e molte altre hanno fatto piangere il pubblico alla fine della storia. Quindi, i fan che non vogliono guardare una serie di oltre 100 episodi per la parte emotiva possono passare ai più grandi film di questo settore. Inoltre, i film sono spesso molto realistici e gli spettatori troveranno facilmente i personaggi che commettono errori e conducono una vita molto simile a quella delle masse. In più, le musiche di sottofondo fissano l’asticella della qualità molto in alto, di solito. Non c’è quasi nessuna industria con un simile livello di qualità della colonna sonora.

In conclusione, gli anime piacciono perché ti portano in un mondo dove tutto può accadere!

Chi guarda gli anime sa bene che nelle storie degli anime può accadere di tutto. Ci sono una miriade di possibilità, e si può dire che gli anime eccellono in tutte. Le storie hanno un loro mondo, ma gli spettatori non lo troveranno mai estraneo. La storia è rappresentata in modo tale da coinvolgere senza problemi e da far desiderare di farne parte. Mondi in cui esistono titani giganteschi o una semplice classe che deve sopravvivere in una battle royale. Gli anime non mancano mai di far emergere le trame più inaspettate.

Back to top button