Peste suina: maxisequestro della Guardia di Finanza

A causa del pericolo di peste suina sono state sequestrate a Padova tonnellate di carne cinese considerata infetta dai sanitari. Il carico era stato importato illegalmente in Olanda e poi portato in Italia

Tonnellate di carne cinese sequestrata per la peste suina

Nella notte la Guardia di Finanza ha sequestrato in un magazzino di Padova 10 tonnellate di carne cinese. Si tratta di 9420 kg di maiale importato illegalmente in Olanda dalla Cina e trasportato su un camion in Italia. Al momento dell’arrivo dei finanzieri erano in atto le operazioni di scarico. Per i sanitari dell’Ulss 6 Euganea il carico di maiali era potenzialmente infetto da peste suina. Per questo ne hanno disposto l’incenerimento immediato senza effettuare le analisi del caso.

maxi sequestro di maiale infetto da peste suina a Padova
Guardia di finanza, fonte commons.wikimedia.org

Violate le norme dell’Unione Europea

Il blitz della Guardia di Finanza ha dimostrato che la carne cinese di maiale sequestrata era stata importata illegalmente in Olanda dal porto di Rotterdam, violando le norme dell’Unione Europea doganali e sanitarie, poi portata in Italia in un magazzino di generi alimentari a Padova. L’attività commerciale è stata chiusa dai finanzieri a causa di molte reiterate irregolarità. L’operazione della guardia di finanza è stata effettuata con la collaborazione del Servizio Veterinario e del Sian dell’Ulss 6 Euganea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA