Cinema

Piccolo America deposita richiesta di costituzione di parte civile contro gli aggressori del 2019

Il presidente del Cinema Piccolo America, Valerio Carocci, ha recentemente dichiarato di aver depositato richiesta di costituzione di parte civile nel processo a carico dei cinque accusati dell’aggressione a due ragazzi che indossavano la maglietta dell’associazione del cinema di Trastevere.

Oggi abbiamo richiesto la costituzione come parte civile nel processo contro gli aggressori neofascisti per i fatti di luglio 2019 ai danni di un gruppo di ragazzi, tra cui Valerio Colantoni e David Habib, che indossava la nostra maglietta. I ragazzi furono aggrediti al termine di una nostra proiezione a San Cosimato introdotta dal maestro Paul Schrader, ricevendo nei giorni successivi la solidarietà del mondo cinematografico internazionale. Da Jeremy Irons a Debra Winger fino a Spike Lee, Alfonso Cuarón, Richard Gere e Francis Ford Coppola.

Valerio Carocci ringrazia la Procura della Repubblica

Gli imputati, alcuni dei quali notoriamente legati alla realtà di Casapound Italia, mediante i loro legali si sono opposti all’ammissione del Piccolo America come parte civile. Il giudice ha rinviato il processo all’udienza del 20 maggio al fine di sciogliere la riserva sulla richiesta degli aggressori di rito abbreviato condizionato. Nonché sull’ammissione della costituzione di parte civile della nostra associazione, sostenuta invece dalla pubblica accusa rappresentata dal PM titolare, Dottor Eugenio Albamonte.

Ringraziamo il nostro legale Avvocato Andrea Matteo Forte, nonché la Procura della Repubblica per il lavoro portato avanti. Siamo fiduciosi che il proseguo del processo possa far da argine nella società a ogni ulteriore eventuale atto di violenza, neofascista e non.

Roma rimarrà una città più bella

Lo storico Cinema Azzurro Scipioni di Silvano Agosti non chiuderà! Grazie a BNL Gruppo BNP Paribas e We Love Cinema per essere intervenuti! Roma rimarrà una città più bella!

Valerio Carocci ha così commentato la notizia del salvataggio del Cinema Azzurro Scipioni. Lo storico cinema romano era infatti a rischio chiusura. Grazie però all’intervento di Bnl e di Bnp Paribas, che hanno proposto una partnership di cinque anni, il Cinema Azzurro Scipioni potrà restare aperto. La struttura verrà completamente rinnovata nei prossimi mesi e Silvano Agosti proseguirà la direzione artistica.

Continua a seguire la redazione di Arte e Intrattenimento e tutto Metropolitan Magazine, e resta in contatto con noi sui nostri canali Facebook ed Instagram!

Back to top button