Gossip e Tv

Piero Pelù, chi è la moglie Gianna Fratta: “Non si è contaminato con il successo, ha la bontà e l’innocenza di un bambino”

Piero Pelù è legato alla moglie e direttrice d’orchestra Gianna Fratta dal 2019, quando i due hanno pronunciato il fatidico si con una cerimonia tenutasi a Palazzo Vecchio a Firenze.

Stasera il rocker toscano sarà tra i protagonisti de “L’Anno Che Verrà”, il capodanno di Raiuno in onda a partire dalle 21:20. Dopo la chiusura delle relazioni con Rosella, che l’ha preso padre di Linda e Greta, e la successiva con Antonella Bundu (con la quale ha avuto la terza figlia Zoe), nel 2016 ha conosciuto la direttrice d’orchestra Gianna Fratta. Comasca di nascita, la donna vive a Foggia dove ha conseguito la maturità scientifica e poi si è diplomata al conservatorio in pianoforte e direzione d’orchestra. Ha lavorato con artisti del calibro di Carla Fracci, Mirella Freni, Daniele Abbado, Raina Kabaivanska, François-Joël Thiollier, Sergio Castellitto, Margaret Mazzantini, Michele Placido, Valentina Igoshina, Renato Bruson, Cecilia Gasdia.

La musicista ha iniziato la carriera come pianista, conquistando diversi premi e partecipando all’ Ensembe Umberto Giordano, con il quale ha girato il mondo. Gianna Fratta è stata la prima donna a dirigere l’orchestra del Teatro Dell’Opera di Roma e i Berliner Symphoniker

Piero Pelù, la dedica della moglie

Piero Pelù e la moglie

Sul primo incontro con la voce dei Litfiba, ha raccontato:

“In Calabria, da un amico. Era l’estate del 2016 e la scintilla scoccò già al secondo giorno. Io odio stare ferma a prendere il sole e coinvolsi Piero in sfide a ping-pong e bocce e in passeggiate estenuanti”.

Fonte La Repubblica

Dopo tre anni di fidanzamento, Piero Pelù convolava a nozze con la direttrice d’orchestra che presentava sui social con un post:

Benvenuta a Gianna nella mia/nostra tribù, donna sensibile, razionale e grande lavoratrice. Ne faremo e vedremo delle belle, ragazzacci!

Piero Pelù e la moglie appaiono sporadicamente insieme ai loro followers, conquistando tantissimi like come in occasione del 60esimo compleanno dell’artista fiorentino al quale la moglie aveva dedicato un romanticissimo post:

Ho detto ai giornali, alle radio, a tutti quelli che mi hanno chiesto di formularti degli auguri, che ti auguravo per i tuoi 60 anni (miticamente portati) altri 100 anni di musica, perché io so quanto la musica ti faccia bene, quanto ti abbia salvato e protetto, forse anche da te. Ho detto che ti auguravo di essere sempre il meglio di te, di continuare a vedere il mondo così, in modo surreale e diverso da come lo vedono gli altri, di trovare il tempo per le persone, che hanno più valore di qualunque cosa, di riconoscere e fidarti del buono e del bello che ti sta attorno, di adeguarti al diverso e al nuovo, di saper cambiare ogni giorno, di avere l’entusiasmo che hai sul palco anche quando sei in coda, di aspettarti dagli altri quello che possono darti, di saper curare la qualità della tua vita, di avere la forza di non lamentarti e vedere il bicchiere mezzo pieno di champagne, di viaggiare tanto e leggero, di sottrarre e non aggiungere, in casa, in garage, in valigia, dovunque, tranne che nel cuore. Ma in realtà quello che più ti auguro sono 100 anni di me. Sono più difficile della musica e di tutto il resto, ma ti faccio molto meglio! Tutto il meglio per te! 

Seguici su Google News

Back to top button