Cinema

Pinocchio in epoca Mussoliniana: la nuova interpretazione di Guillermo del Toro

Il leggendario regista Guillermo del Toro ritrae il suo pensiero su una delle storie più classiche della nostra infanzia: Pinocchio. Il registra informa i propri spettatori sul casting e che il film verrà rilasciato su Netflix. Del Toro non ha aggiunto alcune informazioni a riguardo, ma uno dei protagonisti Ron Perlman, attuale attore che interpreterà Mangiafuoco si, condividendo preziose comunicazioni sul suo ruolo e l’ambientazione del film che sembrano avere un punto di vista personale e storico.

Perlman racconta che Mangiafuoco nel film è un padre filofascista che cerca di sedurre Pinocchio alla sua causa, filo conduttore del principio della storia di Pinocchio. La Disney ha interpretato questo concetto nel classico cartone animato che conosciamo tutti in maniera molto più amichevole e accessibile per i bambini, quando d’altra parte Guillermo del Toro non sembra tirarsi indietro davanti agli anni tragici del fascismo in Italia. Perlman sottolinea infatti che: “Il Pinocchio di Guillermo è ambientato nell’Italia di Mussolini, che è uno sfondo fascista. Il punto del film è che Pinocchio è il soldato perfetto perché non è umano, non mette mai in discussione gli ordini. Non ha paure. È invulnerabile. È tutto ciò che un soldato perfetto deve essere”.

Gregory Mann interpreterà Pinocchio e il cast del film sarà formato da: Ewan McGregor, David Bradley, Tilda Swinton, Christoph Waltz, Cate Blanchett, Finn Wolfhard, John Turturro, Tim Blake Nelson e Burn Gorman. Il film sarà un musical animato in stop-motion sviluppato anche all’aiuto di Mark Gustafson e la pellicola sarà fatta in collaborazione con la Jim Henson Company.

8 Marzo

Valeria Muratori

Instagram

Adv

Related Articles

Back to top button