Cultura

Poesia: componimenti e rime ai tempi del Coronavirus

Poesia: Il 21 marzo, oltre all’inizio della stagione primaverile, si celebra la Giornata Mondiale della Poesia, iniziativa istituita da parte dell’UNESCO nella XXX sessione della Conferenza Generale. Perché proprio dall’UNESCO? Vi chiederete. E la risposta è che.

“La poesia è diventata patrimonio dell’UNESCO poiché essa è in grado di trascendere le lingue dei suoi autori e di riuscire a comunicare attraverso la sua musicalità. (…) La poesia è al centro di ciò che siamo come donne e uomini, che vivono insieme oggi. ”

Poesia: il 21 marzo si celebra la Giornata Mondiale

Tante sono le iniziative che vengono portate avanti anche quest’anno, virtualmente, per non perdere il senso e l’importanza di questa giornata: lezioni online, flashmob sui social, letture virtuali e «poetry slam». Le celebrazioni, andranno ben oltre questa giornata; la più importante fra tutte: il DanteDì (previsto per il prossimo 25 marzo).

Poesia: immagine tratta dal sito ICrew Play
Poesia: immagine tratta dal sito ICrew Play

E così, ispirati dalla letteratura, anche noi di MM Magazine ci uniamo ai versi del mondo.

Poesia: La voce là fuori

Queste notti

Ho ripreso a sognare.

Sogno parole

E paesaggi di mare,

ho sognato di volare

e poi sono caduta al risveglio…

una voce là fuori

diceva: “torna dentro”.

Sogno - immagine tratta da Ohga.it
Sogno – immagine tratta da Ohga.it

Mi riscuoto dal sogno

Ogni mattina

E percorro pochi metri

Cercando

di non consumare pensieri…

O la mia mente oggi

Rimarrà vuota;

dalla finestra

vedo il solito anziano

comprare il giornale

la gente dai balconi guardarlo male

e una voce là fuori dice: “torna dentro”.

Poesia: Anziani Vettoriali - sito Clipart
Poesia: Anziani Vettoriali – sito Clipart

Mi siedo alla mia scrivania,

alla destra solo un riflesso del sole

schermato dai palazzi

e da spiragli di interni,

scorci di altre vite

penso: “ora siamo tutti

involontari voyeur”…

e così il mio pensiero vola via discreto

lo sguardo si offusca

e volo oltre ai palazzi

il quartiere

ogni divieto

ma una voce là fuori mi chiama:

“torna dentro”.

Poesia: componimenti  e rime ai tempi del Coronavirus
Opera di Gary Bunt – robadadisegnatori.it

E così torno mesta

Alle mie parole

Dove dipingo mondi,

invento persone,

da sempre fuggo

ciò che mi lega le ali

e dove sempre torno

quando mi fanno male…

e il ricordo del sole

l’odore del vento

li posso sentire

ora che fuggo… dentro,

e chiudendo gli occhi

sento già i miei piedi

staccarsi dal pavimento

e viaggiare oltre

questi pochi metri

ed uscire fuori

dai confini di me…

e lì già sento

che riuscirò a vedere

a capire la risposta

a qualche perché,

trovare la falla nel sistema,

guardare un pezzetto

di verità…

ma qualcuno non vuole

questa mia fuga.

E mentre sto per toccare un pensiero

Una voce che conosco

M’afferra le spalle

E cado nel vuoto

Di casa mia,

smarrendo il ricordo

di ciò che vedevo

e la voce là fuori

grida:

“Torna dentro”.

Poesia: DanteDì - Manifesto
Poesia: DanteDì – Manifesto

Parole in rima per vincere il Covid-19

Spero che vi siano piaciuti questi versi. Noi di MM Magazine, in onore della ricorrenza della giornata mondiale della poesia 2020, ai tempi del Covid-19, invitiamo chiunque abbia versi nel cuore a scrivere qualcosa. Perché la storia insegna come nella prigionia molte grandi menti abbiano trovato le parole. E che sono le parole a rendere l’uomo davvero libero, nonostante le restrizioni.

Back to top button