Portogallo: Marcelo de Sousa rieletto presidente

Il presidente del Portogallo, Marcelo Rebelo de Sousa, vince le elezioni con il 61,5% dei consensi e come era ampiamente previsto si conferma per un secondo mandato.

Più sorprendente il dato dell’astensione, con il 60% degli aventi diritto che ha disertato le consultazioni che si tengono in piena pandemia. I leader politici hanno affermato che quando la pandemia ha cominciato a peggiorare non c’era più tempo sufficiente per cambiare la Costituzione portoghese per consentire il rinvio delle elezioni. Secondo un conteggio della Johns Hopkins University, il Portogallo ha i tassi più alti al mondo di nuove infezioni e morti giornaliere per 100.000 abitanti, e il suo sistema sanitario pubblico è sotto enorme pressione.

Dietro il leader del partito socialdemocratico, 72 anni, si è piazzata la socialista Ana Gomes, già deputata del Parlamento europeo, che ha sfiorato il 13 per cento delle preferenze. Terzo, con una crescita sbalorditiva, il populista di destra, Andre Ventura, attorno al 12%. Un risultato simile, per Ventura, sarebbe stato impensabile fino a poco tempo fa e farà rabbrividire la politica portoghese. 

Uno dei primi compiti del presidente rieletto sarà quello di decidere il mese prossimo se approvare una nuova legge che consente l’eutanasia. Il Parlamento ha approvato il disegno di legge, ma il capo dello Stato potrebbe provare a bloccarlo o inviarlo alla Corte costituzionale per il controllo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA