17.4 C
Roma
Maggio 16, 2021, domenica

Prince, il genio ribelle di “Purple Rain”

- Advertisement -

Prince Rogers Nelson è stato uno dei più grandi cantautori del nostro tempo, ricordato specialmente per la sua Purple Rain. Originario di Minneapolis, nel 1978 ha avuto inizio la sua carriera con l’album For You, prodotto da Prince stesso.

Il successo mondiale per Prince arrivò però nel 1984, con un brano che fa sognare tutt’oggi ad ogni ascolto: Purple Rain. Raggiunse il primo posto sia a livello discografico che cinematografico, con l’ominimo film che ne derivò.
Il lungometraggio ottenne anche un Premio Oscar per la “migliore colonna sonora originale”.
Con Purple Rain Prince raggiunse numeri eccezionali: 13 milioni di copie vendute solo in America!

Prince, “The Black Album” e gli anni ’90

Nel 1987 la Warner pubblica il nuovo disco di Prince, The Black Album, senza però far sapere chi fosse l’autore.
Quest’operazione commerciale di carattere pubblicitario è però fallita. Il disco è stato ritirato dopo poche settimane dalla sua distribuzione.
L’anno seguente Prince inizia il tour di Lovesexy, che tocca anche l’Italia. Anche qui però le cose non sono andate bene, a causa degli elevati costi di produzione.

Negli anni Novanta arriva un nuovo film per Prince: Graffiti Bridge.
Il lavoro si rivela fallimentare, e l’artista riparte con un tour musicale che lo porta anche nella nostra Penisola.
Dopo aver lasciato la Warner, incide il disco Love Symbol Album. che pone fine alla sua carriera come Prince. Infatti cambia nome in TAFKAP – The Artist Formerly Known As Prince -, scelta però non vincente.

Prince, una carriera tra alti e bassi e la morte improvvisa

Nel 1994 Prince pubblica Come, un album che tratta il tema del sesso in maniera quasi estrema.
Due anni dopo il cantante pubblica una raccolta di brani Chaos and Disorder, ultimo disco con la Warner. Emancipation è invece un album che include tutti i pezzi scartati dalla Warner. Insomma, la carriera di Prince non ha visto sempre il successo ambito, forse a causa della sua personalità particolare che a volte lo ha portato a compiere scelte azzardate.

Negli ultimi anni della sua vita ha pubblicato altri dischi e non ha mai smesso di seguire la sua grande passione: la musica.
Però nel 2016 arriva però la morte improvvisa. Prince aveva solo 57 anni e il suo corpo è stato ritrovato in un ascensore privo di vita. Secondo le ricostruzioni il cantautore aveva subito un’overdose.
Nonostante tutto oggi è considerato uno degli artisti più grandi al mondo, al ventisettesimo posto della classifica Rolling Stone. Un cantautore, chitarrista e artista che ha lasciato un patrimonio inestimabile e la cui musica echeggerà per sempre.

Nicole Ceccucci


© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -