Attualità

Quirinale, Gasparri fa finta di lavarsi le ascelle: il video diventa un meme virale

Fumata nera dal Quirinale per il primo giorno di votazioni. Ma Gasparri fa mostra della sua vena comica. E delle sue ascelle.

Benvenuti al secondo episodio di Quirinale: Alti momenti, il programma preferito d’Italia. Oggi, a quanto pare, parliamo delle ascelle di Maurizio Gasparri. Ma prima un riassunto della puntata precedente.

Quirinale, episodio pilota: “La lista”

Internet lavora più e meglio del diavolo e gli amministratori delle pagine dei meme italiani sicuramente hanno un livello di fantasia pari a chiunque abbia deciso di candidare Amadeus. E non solo.

La seduta di voto del 24 gennaio 2022 non ha fatto spiccare nessun nome tra i candidati possibili per la carica di presidente del Consiglio. Chiaramente la scelta è difficile, dato che nuovi personaggi si stanno intrecciando nella trama. Tipo Craxi. Vogliamo partire da lui, che è quello più comico, secondo noi.

E poi Alberto Angela, Berlusconi (che aveva ritirato la candidatura), Bruno Vespa e Dino Zoff. Preferiamo fermarci qui perché il nuovo cast è stellare ma decisamente lungo, anche se un ultimo nome va citato.

L’episodio non poteva concludersi senza l’arrivo del supereroe nostrano, l’unico e solo: Alfonso Signorini. Purtroppo per ora nessuno ha vinto, anche se noi tifavamo per lui. Curiosi di sapere cosa è successo di nuovo? Non vediamo l’ora di raccontarvelo.

Quirinale, episodio 2: “Le ascelle”

Il secondo episodio racconta ciò che è successo prima dell’episodio pilota, un flashback, un fatto memorabile, che ha lasciato mezza nazione sconvolta. Maurizio Gasparri, poco prima del voto, si è igienizzato le mani e poi ha mimato il gesto di lavarsi le ascelle. Gasparri che fa finta di lavarsi le ascelle con l’igenizzante. Titoli di coda.

Stava solo scherzando goliardicamente con i suoi colleghi, così, per allentare la tensione. Sapevano tutti infatti che poco dopo avrebbero dovuto prendere in mano le redini del Paese con una votazione importantissima, che ci interessa tutti. Votazione presa, en effet, con estrema serietà.

Forse la comicità di Gasparri li ha rilassati troppo? O forse non è stata abbastanza? Aspettiamo allora la prossima puntata, sperando che qualcuno nomini Zalone.

Da Quirinale: Alti momenti, per ora è tutto.

Serena Baiocco

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button