Politica

Quirinale, piccoli problemi di quorum. Salvini: “Casellati massima proposta”

Sono attualmente in corso gli spogli per la quinta giornata di votazione per eleggere il Presidente della Repubblica. Tra candidature non accolte e incontri tra capigruppo disattesi, una decisione definitiva non è stata ancora raggiunta. I primi quattro turni elettorali hanno visto levarsi una fumata nera dal Colle e i pronostici per il quinto non lasciano ben sperare. Non a caso, gli elettori stessi hanno indetto una seconda tornata prevista per le 17.00 di oggi. A far discutere più degli altri, però, al momento ci sarebbe un nome: Elisabetta Casellati. E a tal proposito, nel corso di una conferenza stampa, Matteo Salvini ha dichiarato che “Casellati” è la “massima proposta dopo Mattarella” per il Quirinale.

Elisabetta Casellati scelta giusta per il Quirinale? Forse, ma intanto ottiene “solo” 382 voti

Sottosegretaria di Stato, ex-interna al Consiglio Superiore della Magistratura e attuale Presidente del Senato. Insomma, quello di Elisabetta Casellati potrebbe sembrare un profilo di un certo rilievo per la corsa al Quirinale. Al di là di quello che si potrebbe pensare, nemmeno lei pare riuscire a mettere d’accordo le varie fazioni politiche. Forse perché, sin dalla sua fondazione, è un membro di Forza Italia. O chissà, magari perché la sua candidatura fortemente sostenuta da Salvini, lo stesso che fino a due giorni fa non voleva candidati di bandiera, è (in effetti) un po’ troppo di bandiera. Sta di fatto che non tutti l’hanno presa di buon grado.

Ad ogni modo, il Leader della Lega ha ribadito fortemente:

Non abbiamo messo lì un candidato di bandiera per misurarci, per contarci. […] è il massimo che, tolto Mattarella, la Repubblica possa mettere a disposizione. […] Il massimo disponibile come istituzioni repubblicane è il Presidente del Senato.

Sarà. Tuttavia, almeno per adesso, sono state espresse solamente 382 preferenze per la Casellati. Dunque, neanche questa mattina il quorum è stato raggiunto. Bisogna considerare, inoltre, che il centrosinistra si è astenuto e che Enrico Letta ha ancora dei dubbi sul da farsi. Salvini aveva persino chiesto un colloquio con gli altri leader, ma sia Giuseppe Conte che Roberto Speranza e lo stesso Letta non si sono presentati. Silvio Berlusconi spinge anche lui per la Casellati, mentre Giorgia Meloni auspica un ritorno del Cavaliere in campo.

Che dire, è chiaro che ci siano degli evidenti (e non poi così piccoli) problemi di quorum, oltre che di poca disponibilità a trovare un compromesso. Come andrà a finire?

Scritto da Diego Lanuto.

Per rimanere aggiornato sulle ultime news, seguici su: Facebook, Instagram e Twitter.

Back to top button