Formula 1

Red Bull, animi tesi? Verstappen sottolinea: “Ho trovato un blocco stradale”

Le ultimissime fasi delle Qualifiche del Gran Premio di Monaco lasciano l’amaro in bocca a tutto il box Red Bull. Le due vetture austriache partiranno dalla terza e dalla quarta posizione nella giornata odierna. Una griglia fortemente influenzata dall’incidente di Sergio Perez negli ultimi scampoli di Q3 che non ha permesso ad un nervoso Max Verstappen di assaltare la pole position. Sarà una partenza con handicap per il Toro.

Red Bull, Verstappen inchioda alle sue responsabilità Perez

Non è per niente contento Max Verstappen di Red Bull. Il campione del mondo in carica ed attuale leader della classifica piloti della Formula 1 non ha nascosto tutta la sua frustrazione per l’epilogo delle Qualifiche del Gran Premio di Monaco. L’incidente del compagno di squadra ha abortito, infatti, il tentativo per la pole position:

Ovviamente non è andata come speravo. Stavamo migliorando, grazie ad alcune modifiche fatte nelle prove libere, che tra l’altro inizialmente non mi avevano soddisfatto. Quindi siamo tornati un po’ indietro e siamo riusciti a trovare la strada giusta. Nel Q3, quando bisogna dare tutto, ho puntato su una strategia diversa rispetto al primo tentativo, nel corso del quale non ero riuscito ad estrarre il massimo dagli pneumatici. Stavo andando forte ma poi mi sono trovato davanti un vero e proprio blocco… stradale! La pole non era alla nostra portata ma la prima fila credo di sì. Monaco è così, dobbiamo accettarlo e guardare avanti. Per la gara, vediamo anche quali saranno le condizioni meteo. Speriamo di avere più fortuna. Altrimenti cercherò di portare a casa il maggior numero di punti. Certo che fin qui è stato un weekend complicato..“.

Incassa la critica del collega e cerca di spiegare i perché che lo hanno portato contro le barriere. Sergio Perez, dopo aver ceduto la posizione all’olandese nell’ultimo Gran Premio, deve difendersi dalla palese rabbia di Max Verstappen:

Credo di aver avuto un problema tecnico. Abbiamo sbagliato la scelta degli pneumatici e quindi la strategia. Stavo cercando di recuperare il tempo che avevo perso, al Portier ho cercato di anticipare la curva per spingere prima sull’acceleratore ma il posteriore non ha avuto aderenza e l’ho persa, finendo contro le barriere. Sono rimasto sorpreso che Sainz mi sia venuto addosso“.

Photo Credit: Red Bull Racing Official Twitter Account

Back to top button