Attualità

Remdesivir, cos’è e come funziona il farmaco contro il Covid

Il Remdesivir è un farmaco antivirale prodotto dall’azienda farmaceutica statunitense Gilead Sciences. Il suo meccanismo d’azione consiste nel bloccare l’enzima Rna polimerasi, un processo fondamentale per la replicazione del virus all’interno delle nostre cellule. È stato sviluppato per il trattamento delle infezioni dai virus Ebola e di Marburg. Successivamente alla sua scoperta, altri studi sono stati effettuati per esplorare altre applicazioni del profilo antivirale di remdesivir, tra cui anche quello contro il coronavirus.

Il problema della carenza di remdesivir, unica terapia approvata ad oggi per la cura di Covid, potrebbe essere risolto in breve tempo. La Commissione Europea ha firmato un contratto con il produttore Gilead per l’acquisto di 500mila cicli di trattamento con Veklury (nome commerciale), con la possibilità di aumentare in un secondo momento la fornitura. All’accordo partecipano tutti i Paesi della Ue e dello Spazio Economico Europeo, il Regno Unito, sei Paesi candidati all’ingresso nell’Unione e altri potenziali candidati. I firmatari (36 Paesi in totale) potranno acquistare — coordinati dalla Commissione Europea — le quantità necessarie a far fronte ai bisogni attuali e futuri. Il contratto sarà valido per 6 mesi e potrà essere rinnovato per due successivi periodi di 6 mesi ciascuno.

Remdesivir: approvato per adulti e adolescenti

Remdesivir è un antivirale nato come anti-Ebola che negli studi ha mostrato un’interessante attività contro Sars-CoV-2. Il farmaco, di fascia H (solo per uso ospedaliero), è in commercio da circa un mese, dopo l’approvazione dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema). Il nuovo accordo sostituisce l’Emergency support instrument (Esi), strumento con il quale la Commissione Europea ha messo a disposizione degli Stati membri e del Regno Unito — da agosto fino a oggi — un quantitativo contingentato di confezioni. Il remdesivir può essere usato solo in pazienti adolescenti (di età pari o superiore ai 12 anni) o adulti con polmonite che richiedono ossigenoterapia supplementare. Non solo: è l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), su richiesta del medico ospedaliero, ad approvare la somministrazione al singolo paziente. Una strategia volta a evitare sprechi ed eccesso di prescrizioni.

Con Gilead, il contratto sarà valido per 6 mesi e potrà essere rinnovato per due successivi periodi di 6 mesi ciascuno. La fornitura in ambito di Joint procurement agreement (Jpa), precisa Gilead, sostituisce il contratto di fornitura di emergenza (Emergency support instrument, Esi) che ha permesso alla Commissione europea di acquistare direttamente il farmaco in nome e per conto degli Stati membri da agosto fino ad oggi. Tutti i Paesi partecipanti possono ora inoltrare l’ordine di procurarsi direttamente il farmaco.

Secondo Stella Kyriakides, commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare “oggi garantiamo l’accesso a Remdesivir per il trattamento di un massimo di 500 mila pazienti. Non stiamo lasciando nulla di intentato nei nostri sforzi per garantire che siano disponibili terapie sicure ed efficienti contro Covid-19. Attraverso i nostri appalti congiunti dell’Ue, stiamo consentendo ai paesi di tutta Europa di unire le forze e ottenere l’accesso ad attrezzature e medicinali vitali. Siamo sempre più forti insieme, e questa è la solidarietà europea in azione contro”.

Back to top button