Gossip e Tv

Rihanna invia un ventilatore al padre, infetto da coronavirus

L’artista delle Barbados, Rihanna, per combattere l’emergenza sanitaria globale, ha deciso di mettersi in gioco in prima linea con una donazione da capogiro. La celebre cantante infatti ha disposto di donare una somma di 5 milioni di dollari in aiuti umanitari. Adesso si trova lei stessa coinvolta in prima persona poiché suo padre, Ronald Fenty, che ha 66 anni, ha contratto il coronavirus ed è risultato positivo al Covid-19.

L’amore di Rihanna per il padre malato

In un’intervista al Sun il padre della cantante trentaduenne, ha dichiarato che sua figlia ha fatto del tutto per aiutarlo, inviandogli ciò che era necessario per la sua guarigione. La cantante infatti ha subito mandato un respiratore alle Barbados, dove vive l’uomo. Ronald Fenty ha trascorso quattordici giorni al Paragon Isolation Center alle Barbados, prima di essere dichiarato privo di virus. La figlia Rihanna si è sempre tenuta in contatto con il centro, per avere notizie del padre. Ronald ha raccontato di aver passato dei momenti difficili:

La cantante Rihanna ph. credit: Web
La cantante Rihanna ph. credit: Web


“Pensavo di morire onestamente. Devo dire che ti voglio davvero bene, Robyn. Ha fatto tanto per me e ne apprezzo ogni singola cosa”


Ronald ha anche fatto un appello a tutti gli abitanti di Barbados:

“Vorrei che restaste tutti a casa. Questa è una situazione seria, più serie di quello che si crede. Per favore, restate a casa.”

La cantante inoltre, stando alle dichiarazioni di Mia Mottley, il Primo Ministro delle Barbados, ha acquistato respiratori per il valore di 700 mila dollari per il suo paese natale, aiutando la sua patria, le Barbados.

La cantante Rihanna ph. credit: Web
La cantante Rihanna ph. credit: Web

La generosità della Pop Star

Oltre al sostegno fatto con le donazioni al sistema sanitario di qualche settimana fa, (5 milioni di dollari) Rihanna ha fatto di più. Infatti ha anche collaborato con il CEO di Twitter Jack Dorsey, per sostenere le vittime di violenza domestica, colpite da ordini di soggiorno a casa, ed ha unito le forze con Jay-Z per donare altri 2 milioni di dollari. La star della musica insieme a Jack Dorsey, ha lanciato un fondo per assicurare 10 settimane con riparo sicuro, pasti e consulenza a chi è vittima di questa forma di violenza. Tutto questo sta dimostrando che il bene nonostante la catastrofe di questa pandemia esiste ancora e gli aiuti di Rihanna per le persone più fragili ne sono una dimostrazione concreta.

Seguici su:

Facebook

Instagram

Twitter

Back to top button