Calcio

Rio Ferdinand, la morte della moglie ed i problemi di alcool: le confessioni

West Ham, Leeds e Manchester United. Passando per la Nazionale di calcio inglese della quale è stato perno difensivo per tantissimi anni. La carriera calcistica di Rio Ferdinand è costellata di vittorie: l’ex centrale ha vinto tutto nel panorama calcistico inglese alzando, anche, una Champions League ed un Mondiale per Club nella meravigliosa epopea dei Red Devils guidati da Alex Ferguson. Una vita meravigliosa che, però, non ha seguito lo stesso corso nelle questioni private: il classe 1978 ha perso la moglie, aggredita da un male incurabile, e successivamente ha avuto problemi con l’alcool scaturiti dalla dipartita della compagna di vita. È stato l’amore per i tre figli, rimasti senza madre, che l’ha spinto a riprendere le redini della sua vita al cento per cento. Un racconto emozionate ed intimo.

Le confessioni private di Rio Ferdinand

Ecco le dichiarazioni private di Rio Ferdinand, ex difensore del Manchester United di Sir Alex Ferguson che si è aperto ai microfoni di Marca parlando della dipartita prematura della moglie, dei problemi avuti con l’alcool e della difficoltà di crescere tre figli in quel difficilissimo periodo della sua vita:

“Nessuno è preparato per affrontare una perdita del genere. Prima di andarsene mi ha detto che sarei stato un padre e una madre splendido per i nostri figli. Non avrei mai pensato che sarebbe successo, ma dieci settimane dopo la diagnosi non c’era più. All’inizio bevevo tantissimo, la notte, dopo aver messo a letto i bambini, finché un giorno mi sono alzato e non ero in grado neanche di portarli a scuola. Ho anche avuto un incidente con la macchina e mi sono reso conto che non potevo continuare così. Ho avuto attacchi di panico“.

Seguici su Metropolitan Magazine

(credit foto – pagina Facebook Rio Ferdinand)

Back to top button