Tennis

Roland Garros: Kenin-Swiatek, una finale tra millenials

Roland Garros, oggi la finale tra Sofia Kenin e Iga Swaitek, credits Cristophe Petit Tesson
Roland Garros, oggi la finale tra Sofia Kenin e Iga Swaitek, credits Cristophe Petit Tesson

Oggi alle 15 a Parigi va in scena la finale. Sofia Kenin e Iga Swiatek si contendono la corona di nuova regina del Roland Garros. E’ una finale inattesa, quella di questa edizione del Roland Garros perchè nè Kenin nè tantomeno Swiatek partivano alla vigilia con i favori del pronostico. Ed è una finale giovanissima, in due fanno appena 40 anni. Se la presenza dell’americana di origine russa in fin dei conti non sorprende più di tanto, è la polacca la vera rivelazione del torneo. Partita dopo partita, Iga Swiatek si è imposta all’attenzione degli appassionati e oggi contenderà il titolo alla ben più blasonata avversari

Roland Garros, Kenin cerca il secondo Slam

Malgrado il consistente numero di risultati inimmaginabili del torneo francese, non può esserci dubbio che Sofia Kenin parta con i favori del pronostico. La ventunenne, testa di serie numero 4, nonostante la giovane età è già una delle protagoniste assolute del circuito femminile. Se dovesse vincere oggi metterebbe in fila il secondo torneo del grande slam dell’anno. In gennaio, sembra passata un’era geoligica, Kenin si è rivelata al mondo vincendo gli Australian Open. Poche settimane dopo ha trionfato anche nel torneo di Lione. Ma già nella stagione precedente aveva avuto modo di colezionare tre titoli wta: Eastbourne, Maiorca e Guangzhou

Sofia Kenin oggi in finale del Roland Garros cntro Iga Swiatek, credits Michel Euler
Sofia Kenin oggi in finale del Roland Garros cntro Iga Swiatek, credits Michel Euler

Il ritorno in campo dopo il lockdown però non è stato dei migliori. Fuori al primo turno a Cincinnati, sconfitta da Alize Cornet. In seguito non va oltre gli ottavi di Us Open dove vinee stoppata da Elise Mertens. Addirttura arriva un umiliante cappotto all’esordio degli Internazionali d’Italia. Vika Azarenka le impone un tremendo 6-0; 6-0. A dire il vero anche a Parigi il torneo di Kenin non è stato particolarmente esaltante. La nativa di Mosca è giunta con fatica fino alle semifinali, rischiando l’eliminazione in più occasioni. E solo durante l’ultimo match conyro la temibile Petra Kvitova ha fatto vedere il meglio del suo tennis

Roland Garros: Swiatek è nata una stella?

Iga Swiatek, però, è il vero grande motivo di interesse di questa finale. Ha fatto sgranare gli occhi agli appassionati e ora sembra davvero essere nata una stella. E’ ancora negli occhi di tutti l’incredibile successo ottenuto contro Simona Halep agli ottavi di finale. La polacca ha disputato un torneo eccezionale. Non ha ancora perso neanche un set ed è sembrata incredibilemente a suo agio sul rosso di Parigi. Ad inizio torneo era numero 54 del mondo, ora con la finale è già numero 24. I milgiori risultati del suo passato fino ad ora erano gli ottavi di finale conquistati al Roland Garros nel 2019 e a Melbourne quest’anno

Iga Swiatek oggi in finale al Roland Garros contro Sofia Kenin, credits Charles Platiau
Iga Swiatek oggi in finale al Roland Garros contro Sofia Kenin, credits Charles Platiau

Comunque vada a finire, a sedere sul trono di Parigi sarà una tennista giovanissima. Una buona notizia per un movimento, quello femminile, che è alla disperata ricerca di un personaggio da copertina. Il lento e inesorabile declino di Serena Willimas ha portato allo scoperto un elemento di difficile soluzione. Se da una parte l’equilibrio e l’assenza di una giocatrice cannibale giova alla spettacolarità degli eventi. Dall’altra il tennis, sport individuale, ha bisogno appunto di individualità di spessore capaci di fare da traino al movimento e di generare interesse e profitti. La finale del Roland Garros potrebbe fornire una risposta a questa esigenza

Back to top button