Sport

Rugby, 6 nazioni: troppa Scozia per quest’Italia

Nella prima partita di questo 6 nazioni la Scozia passa facilmente contro un’Italia poco brillante. Partita che termina con il risultato di 33-20 ed il 60% di possesso palla a favore degli scozzesi.


Nel pomeriggio assolato di Edimburgo, questa già una novità, la nazionale azzurra scende in campo nel primo turno del 6 nazioni 2019 contro la Scozia di coach Townsend. Nella partita del record di presenze nel 6 nazioni per Sergio Parisse e in quella delle 100 Caps per Ghiraldini l’Italia viene travolta dalla Scozia con il risultato finale di 33-20. Dopo le vittorie di ieri degli Under 20 e dell’ItalDonne, la nazionale maggiore non riesce quindi a completare il Tris ed esce dal Murrafield con una pesante sconfitta (sopratutto sul profilo del gioco) contro la nazionale di Townsend. La nazionale di O’Shea costretta a subire un attacco persistente da parte degli scozzesi che concludono la partita con il 60% di possesso palla ed una difesa azzurra che non riesce a reggere bene la pressione, lasciando spesso ampi spazi. Azzurri pericolosi sono negli ultimi 15 minuti e vanno a segno per 3 volte anche grazie ad una Scozia in 14 e che decide di rilassarsi. Provano anche ad andare avanti per la quarta meta del Bonus ma la partita termina così. E cosi cala il sipario sulla prima azzurra nel 6 nazioni. Adesso aspettiamo il prossimo turno contro il Galles. Unica notizia positiva il record di presenze per Sergio Parisse che oggi ha collezzionato la sua 66^ presenza nel torneo, superando una leggenda come O’Driscoll e diventando il giocatore con “più parite giocate”.

CRONACA DEL MATCH:

Allora pronti, partenza, via… alle 15:15 l’Italia è pronta a calciare. Scozia che parte aggressiva già dal 1′ minuto. al minuto 3′ Touche dai 5 metri per la Scozia che con il proprio carretto entra nell’area di meta ma l’arbitro con l’aiuto del TMO concede punizione agli azzurri per doppio movimento degli scozzesi. Scozia che continua con un gioco veloce, aggressivo e aprendo continuamente il gioco con i calci dei mediani rendendosi pericolosa ma al minuto 10′ è l’Italia a portarsi in vantaggio, punizione che Allan non sbaglia. al minuto 12′ grande giocata scozzese, Hoggs pennella un calcio d’esterno che trova ben posizionato sulla fascia sinistra Kinghorm, indisturbato si invola in meta. Laidlaw non trasforma. Scozia in vantaggio 5-3. Al minuto 22′ ancora Scozia, ancora Kinghorm. Palla persa da Castello nei propri 5 e dalla successiva meta la Scozia apre velocemente verso il 22enne scozzese che fa doppietta. Stavolta Laidlaw non sbaglia. risultato parziale di 12-3. La prima volta che l’Italia si affaccia realmente nei 22 scozzesi è al minuto 35′, Hayward calcia lontano in touche ma gli scozzesi subito si riportano in attacco. Primo tempo che si conclude con il risultato di 12-3 ed il 60% di possesso palla a favore della Scozia.

Inizia il secondo tempo con la Scozia che continua ad essere aggressiva. Al minuto 47′ grande imbucata di Tommy Seymour che entra nei 5 metri italiani, palla riciclata e con un altro calcetto, stavolta da parte di Russell mette in movimento Hogg che in area di meta riesce ad anticipare Esposito e schiacciare la palla in meta. Laidlaw trasforma. Al minuto 55‘ ancora Scozia che con un azione veloce s’infila tra le linee difensive azzurre e Kinghorm fa tripletta. Laidlaw trasforma. Parziale sul 26-3. L’Italia prova a reagire ma quelle poche volte che ha il possesso è sempre troppo imprecisa riportando la palla nelle mani degli avversari. Al minuto 62‘ ancora Scozia, stavolta è Harris ad andare a segno, trasformazione per Russell, la Scozia si porta sul punteggio di 33.3. Negli ultimi 15 minuti si vede un pò di orgoglio azzurro, grazie ad una Scozia che si rilassa. L’Italia riesce a mettere pressione alla Scozia e, finalmente riesce a trovare la meta al minuto 70‘ con Palazzani. Allan Trasforma. Scozia che chiude la partita in 15 per un giallo. Al minuto 72‘ ancora Italia, apertura sulla fascia sinistra per Ruzza che con un passaggio libera Padovani che va in meta, Mckinley sbaglia. parziale sul 33-15. Al minuto 78′ ancora Italia con Esposito che s’invola per la terza volta in meta. Mckinley prende il palo e non trasforma. parziale sul 33-20. l’Italia prova a giocare gli ultimi 2 minuti per cercare la meta del Bonus ma la partita finisce cosi. Risultato finale 33-20 in questa prima partita azzurra nel 6 nazioni, troppo possesso per gli scozzesi rispetto ad una difesa azzurra che non ha retto il gioco.

FORMAZIONI:

SCOZIA:
15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Huw Jones, 12 Sam Johnson, 11 Blair Kinghorn, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw (c), 8 Ryan Wilson, 7 Jamie Ritchie, 6 Sam Skinner, 5 Grant Gilchrist, 4 Ben Toolis, 3 WP Nel, 2 Stuart McInally, 1 Allan Dell
A disposizione: 16 Jake Kerr, 17 Jamie Bhatti, 18 Simon Berghan, 19 Gary Graham, 20 Josh Strauss, 21 Ali Price, 22 Adam Hastings, 23 Chris Harris All. Gregor Townsend
ITALIA:
15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito 13 Luca Morisi, 12 Tommaso Castello, 11 Michele Campagnaro, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Sergio Parisse, 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 David Sisi, 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti A disposizione: 16 Luca Bigi, 17 Cherif Traorè, 18 Tiziano Pasquali, 19 Federico Ruzza, 20 Jimmy Tuivaiti, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Ian Mckinley, 23 Edoardo Padovani
All. Conor O’Shea


Arbitro:
Luke Pearce (Inghilterra), Assistente 1: Mathieu Raynal (Francia)
Assistente 2: Shuhei Kubo (Giappone), TMO: Simon McDowell (Irlanda) Stadio: Murrafield Stadium (Edimburgo)

TABELLINO:

Mete: 12′, 22, Kinghorm (SCO), 47′ Hogg (SCO), 62′ Harris (SCO), 70′ Palazzani (ITA), 72′ Esposito (ITA), 78′ Esposito (ITA)

Trasformazioni: 22′, 47′ Laidlaw (SCO), 62′ Russell (SCO), 70′ Allan (ITA) Punizioni: 10′ Allan (ITA)

MAN OF THE MATCH: Blair Kinghorn

Back to top button