Il rugbymercato non è mai fermo, anzi, nonostante i campionati in Europa siano sospesi causa Coronavirus, le notizie sui trasferimenti dei giocatori continuano a girare. Tante le novità per la prossima stagione, sia nell’Emisfero Nord che in quello del Sud, con l’enigma sul futuro del giocatore dell’anno 2019. E in Italia?

Rugbymercato: notizie dal Super Rugby

Le novità più grandi circa il mercato ovale riguardano sicuramente Julian Savea e Nehe Milner-Skudder. I due ex All Blacks hanno deciso di lasciare il Toulon Rugby Club, club con cui erano sotto contratto, per tornare a casa. I destini dei due giocatori però sono diversi. Il primo non ha ancora sciolto le sue riserve sulla futura squadra, il secondo conosce già quale maglia indosserà il prossimo 13 giugno, data d’inizio del Super Rugby Aotearoa.

Per Julian Savea le strade sono diverse. A riportare la notizia è il nzherald.co.nz, giornale neozelandese secondo cui le prospettive per l’ala 29enne sono varie. Un probabile ritorno agli Hurricanes? Un contratto con gli Auckland Warriors, franchigia neozelandese di rugby league? O un’avventura nel Sol Levante? In una recente videochiamata su Instagram con il fratello Ardie, Julian ha esposto l’interesse di tornare a giocare a casa, chiudendo la conversazione con queste parole:

“I don’t know. We’ll se you”

Per Nehe Milner-Skudder, la strada è già spianata. Il prossimo 13 giugno l’ala ex Hurricanes e Manawatu, scenderà in campo contro i Chiefs con la maglia degli Highlanders. L’Otago Daily Times riporta la notizia della firma del contratto dell’ala ex Tolone con la franchigia di Dunedin, contratto valido per le prossime due stagioni.

Rimaniamo nell’Emisfero Sud, ma ci spostiamo in Sud Africa. Nella Rainbow Nation è in atto una vera e propria rivoluzione. A causa del Coronavirus, la Federazione sudafricana ha messo in atto un piano di contenimento delle spese pari a 6 milioni di euro; perciò ha dato 14 giorni di tempo ai suoi dipendenti, giocatori compresi, per annullare i propri contratti. In quest’ottica, alcuni nomi potrebbero salutare gli Springbooks.

Uno di questi è Malcolm Marx, tallonatore dei Lions, il quale secondo il sito rugbypass.com dovrebbe accordarsi con la franchigia giapponese dei Kubota Spears, allenata dal due volte campione del Super Rugby Frans Ludeke.
Pieter-Steph Du Toit invece ha rinnovato ieri un altro anno con la franchigia degli Stormers. A riportare la notizia è il sito onrugby.it, il quale aggiunge che il terza linea campione del mondo 2019 rimarrà in patria fino al 2021, quando gli Springbooks dovrebbero ricevere il tour dei British and Irish Lions. Il rinnovo del World Player of Rugby 2019 mette fine alle voci che lo volevano in Francia, con la maglia del Montpellier.

Le novità dall’Europa

Le notizie più rumorose arrivano dalla Scozia e dalla Francia. Il flanker neozelandese Callum Gibbins, 31 anni ex Hurricanes, lascerà i Glasgow Warriors. Ad annunciarlo è il sito bbc.com; il co-capitano della franchigia scozzese ha segnato in tre stagioni 13 mete. Il suo ex head-coach Dave Rennie, ora alla guida dell’Australia, ha commentato il suo addio come segue:

Callum has had a massive impact and leaves a lasting impression” (Callum ha avuto un impatto enorme e lascia un’impressione indelebile).

Rugbypass.com riporta l’ingaggio del Racing Club 92 di Kurtley Beale. Il 31enne, ex utility back dei Waratahs con 92 caps con la maglia dei Wallabies, ha firmato un contratto di due anni. Il suo arrivo a Parigi compensa la perdita di Brice Dulin, estremo destinato a La Rochelle.

E in Italia?

Il rugbymercato non è fermo nemmeno in Italia. Il Benetton Treviso rileva definitivamente dal Petrarca Padova il trequarti Joaquin Riera, dopo una stagione da Permit con la maglia dei Leoni. Il sito onrugby.it riporta la notizia dell’acquisto del club trevigiano, acquisto che si va ad aggiungere a quelli di Padovani, Cannone, Petrozzi e Braley.

Rimanendo in Veneto, ma spostandoci a Rovigo, i Bersaglieri ufficializzano l’acquisto dalla Lazio di Nicolas Coronel. Ad annunciarlo è il sito ufficiale del club rodigino, il quale riporta anche alcune dichiarazioni dell’argentino:

“Appena mi è arrivata la chiamata per giocare a Rovigo, non ho avuto nessun dubbio nell’accettare. Rovigo è la squadra più forte d’Italia, quindi per me è un onore poter indossare la maglia rossoblu”

Ultima notizia, è l’addio di Segundo Tuculet ai Medicei. A riportarlo è rugbymeet.it il quale conferma il trasferimento dell’argentino nel sud della Francia, al club del Valence Romans Drome Rugby.

© RIPRODUZIONE RISERVATA