Esteri

Russia, approvata dalla Duma legge contro “la propaganda Lgbt”

La Duma, una delle camere del Parlamento russo, ha approvato un nuovo disegno di legge che vieta «la propaganda LGBT, cambio di genere e pedofilia» in Russia. Per i trasgressori, previste sanzioni fino a 10 milioni di rubli.

Russia: il nuovo disegno di legge contro la comunità Lgbt

Russia legge Lgbt
Il nuovo disegno di legge contro la comunità LGBT

La notizia arriva direttamente dalla principale agenzia di informazione russa Tass. La camera bassa del Parlamento russo ha approvato un disegno di legge contro la comunità LGBT. In particolare le misure previste dalla nuova legge vietano la «propaganda su relazioni sessuali non tradizionali» anche verso le persone di età superiore a 18 anni. Con l’approvazione del testo, si va dunque ad estendere ciò che era stato decretato nel 2013. Per chi non rispetta la legge, le multe previste arrivano a cifre esorbitanti: fino a 10milioni di rubli, vale a dire 160 mila euro.

Diverse, invece, le sanzioni per gli stranieri, con multe dai 50mila ai 400mila rubli, a cui si aggiunge la deportazione, possibilmente preceduta da una detenzione di 15 giorni. «Non imponeteci valori alieni» ha detto nel suo discorso Vyacheslav Volodin, presidente della Camera russa, definendo gli USA «il centro di questa Sodoma nel mondo». Il divieto «per la propaganda LGBT, cambio di genere e pedofilia» si estende anche alle informazioni inerenti al mondo della comunità arcobaleno. Sono riconosciuti come illegali tutti i tipi di contenuti, presentato in qualsiasi forma arte, cinema, letteratura, pubblicità, riguardanti temi Lgbt (diritti, transizione di genere ecc). Con una legge così controversa si assiste, dunque, ad una gelida ventata conservatrice del Cremlino. Puntin dovrebbe firmare il decreto, già tra pochi giorni, entro la fine del mese.

Rossella Di Gilio

Seguici su Google News

Back to top button