Calcio

Salernitana, per la promozione devi accelerare

La Salernitana, nell’ultima giornata di campionato, è stata sconfitta 1-0 dal Frosinone di Nesta. Il secondo posto, utile per la promozione diretta in serie A, si è allontanato ed è ora distante 7 punti. La squadra campana ha 39 punti ed è ancora in piena zona Playoff. Quale può essere l’obiettivo da qui alla fine della stagione? Analizziamo la situazione in casa granata.

La situazione della Salernitana

I granata, nelle ultime giornate di campionato, sono stati troppo discontinui. 5 vittorie consecutive nelle partite casalinghe ottenute anche con avversari di prestigio come Pordenone e Crotone ma solo 1 punto nelle ultime 3 trasferte con due sconfitte in due scontri diretti contro Chievo e Frosinone. In totale sono 8 le sconfitte esterne in 14 partite: troppe se si vuole puntare al salto di categoria diretto oppure a una buona posizione nei Playoff.

La sconfitta di Frosinone

Ventura ha dovuto rinunciare al suo calciatore più in forma del momento: il centravanti bosniaco Djuric, che si è andato ad aggiungere all’esterno d’attacco Lombardi e al capitano Di Tacchio. Il mister ha scelto Kiyine e Lopez sulle fasce e la coppia JallowGondo in attacco. A centrocampo, dopo il turno di squalifica, si è rivisto Akpa Akpro.

Nel primo tempo la partita è molto equilibrata e con poche emozioni. La squadra granata regge bene il confronto con i più quotati padroni di casa che hanno delle occasioni solo sul finire di tempo, prima con Novakovich, che ben smarcato in area tenta il passaggio in mezzo invece di concludere a rete, e con Dionisi, il cui tiro è ribattuto da Jaroszynski.

Nel secondo tempo il Frosinone si rende più pericoloso e va vicino al gol con Maiello e Rohden che non trovano lo specchio della porta. Poi nel momento migliore della Salernitana arriva il vantaggio del Frosinone con Novakovich, ben servito da Haas. Nell’ultimo minuto di recupero i granata sfiorano il pareggio con Migliorini che sfiora il palo da pochi passi.

Queste le parole del mister Ventura dopo la partita, rilasciate sul sito ufficiale del club campano:

Nell’emergenza in cui eravamo siamo venuti sul campo della seconda in classifica a fare la nostra partita. Abbiamo giocato con personalità, pur avendo un po’ di difficoltà nella finalizzazione. La partita è stata decisa da un episodio e probabilmente il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Rispetto a inizio stagione abbiamo avuto una crescita esponenziale che speriamo di proseguire. L’aspetto fondamentale è recuperare il prima possibile gli infortunati, in modo da avere a disposizione più soluzioni. Mi auguro che la prestazione di oggi possa rappresentare per noi l’inizio di un nuovo campionato

Salernitana, cosa aspettarsi dalle prossime partite

Nessun traguardo è impossibile per la Salernitana, anche il secondo posto, distante ora 7 punti, non è ancora sfumato del tutto. Serve però maggiore continuità e qualche punto in più in trasferta.

La Salernitana, infatti, si trova al momento al sesto posto in classifica, in piena corsa per i Playoff, con 39 punti, più di quanti ne ha fatti durante tutta la scorsa stagione (chiusa a 38). Nelle prossime due partite i granata affronteranno due squadre che attraversano momenti diversi di forma. Domani sera allo stadio Arechi arriva il Venezia che ha il terzo rendimento esterno del campionato, mentre nel fine settimana i granata andranno in trasferta a Perugia ad affrontare una squadra in piena crisi di gioco e risultati.

Due partite che serviranno a capire se la squadra di Ventura può ancora puntare al secondo posto o piuttosto concentrarsi esclusivamente a un piazzamento nei Playoff. La squadra campana deve comunque mantenere alta la concentrazione, nelle ultime stagioni infatti i granata hanno disputato dei disastrosi finali di stagione che hanno compromesso quasi sempre i buoni risultati del girone d’andata. Vedremo se, nell’anno del centenario, la squadra granata riuscirà a effettuare il grande salto.

Foto: LaPresse

Seguici su Facebook e Twitter!

Adv

Related Articles

Back to top button