CalcioSport

La Sampdoria fra mercato e società in vendita

I blucerchiati proseguono il lavoro estivo, fra amichevoli e le notizie sulla probabile vendita del club alla cordata di Vialli.

La Sampdoria ha conosciuto ieri la prima avversaria della prossima stagione di Serie A, la Lazio di Simone Inzaghi. Un derby per Di Francesco che vorrà riscattare la sconfitta contro i biancocelesti nello scorso campionato, sconfitta che decretò la fine del suo rapporto con la Roma.
I blucerchiati avranno un inizio di stagione piuttosto intenso: Sassuolo, Napoli, Torino e turno infrasettimanale con la Fiorentina. Queste le prime partite per il club genovese.

Nel frattempo la squadra è al lavoro agli ordini di mister Di Francesco, pronto a volare a Montecarlo per l’unica amichevole di lusso dei suoi in casa del Monaco. I giocatori saranno idealmente accompagnati da circa 900 tifosi, che in poche ore hanno acquistato tutti i tagliandi messi a disposizione dal club del Principato ai blucerchiati.

sampdoria
Fabio Quagliarella, attaccante della Sampdoria. (PHOTO CREDITS: GAZZETTA)

Il mercato in entrata e in uscita

La Doria è attiva sul mercato, dopo l’inserimento di Murillo in difesa, vuole regalare al proprio allenatore un esterno offensivo di livello.
Simone Verdi potrebbe essere il profilo giusto, ma il giocatore del Napoli sembrerebbe attratto dal Torino, il quale molto probabilmente parteciperà all’Europa League.

Per questo la società blucerchiata sta battendo altre piste, che nelle ultime ore hanno portato a Matteo Politano. L’esterno scuola Roma, potrebbe non trovare spazio nella nuova Inter di Conte, perciò la Samp si è fatta avanti puntando anche sul fatto che il giocatore è stato allenato per due anni da Eusebio Di Francesco.
I nerazzurri chiedono 20 milioni, il club di Corte Lambruschini vorrebbero virare su un prestito, magari con diritto di riscatto.

In uscita, la cessione di Bruno Fernandes dallo Sporting Lisbona al Manchester United per 62 milioni di euro ha portato porta alle casse doriane 5,5 milioni, grazie a una percentuale inserita nel 2017 dal club quando il giocatore fu ceduto ai portoghesi. L’altro oggetto del desiderio è il belga Dennis Praet, richiesto dal Milan dell’ex Marco Giampaolo e dagli inglese del Leicester. Al momento non sono arrivate richieste ufficiali, ma è molto probabile che il giocatore classe 1994 possa salutare la Liguria.

sampdoria-ferrero
Massimo Ferrero, presidente in carica della Sampdoria (Credit: Mediagol)

Il mercato e la cessione del club

La Sampdoria è in bilico, fra le mani di Ferrero e quelle di Gianluca Vialli.
L’accordo fra venditore e acquirente sembra sia stato trovato, grazie anche all’intervento di Garrone. Il presidente in carica Ferrero gioca a rialzare il prezzo, nella speranza che l’altro possibile acquirente, il gruppo Aquilor, faccia un’offerta ben più alta dei 115 milioni di euro (debiti compresi) proposti da Vialli e soci.

Ferrero ha bisogno di denaro, e gli 80 milioni di euro che Vialli ha messo sul piatto potrebbero risolvere molti dei suoi problemi.
Pagare il finanziamento chiesto per salvare i locali cinematografici dal pignoramento, restituire soldi all’Erario e alle banche sistemando i conti della Eleven Finance.

Le cessioni di Bruno Fernandes e quella probabile di Praet sono legate alla vendita del club. Gianluca Vialli ha inserito nell’offerta a Ferrero dei bonus relativi alla cessione dei due giocatori, bonus che porterebbero dei soldi nella casse del presidente in carica. Questo permetterebbe alla cordata dell’ex attaccante blucerchiato di abbattere la proposta cash da fare ar Viperetta. Secondo Primocanale, Vialli ha offerto 65 milioni di euro cash, più 20 milioni di bonus, raggiungibili con i piazzamenti nelle prossime stagioni. Inoltre l’offerta prevede che vengano liquidati i debiti di Ferrero, quantificati in 30 milioni di euro.

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Back to top button