CalcioSport

Sampdoria, la prossima sfida è un testa-coda

Continua il momento negativo per la Sampdoria in questo avvio di campionato. La squadra di Di Francesco nelle prime cinque partite è riuscita ad ottenere solo una vittoria, rimediando quattro sconfitte. Ad attendere i blucerchiati oggi alle ore 18:00 in quel di Marassi è l’Inter capolista a punteggio pieno.

A Firenze la Samp torna alla realtà

Dopo la vittoria casalinga con il Torino per 1-0, la Sampdoria era chiamata a dare continuità al primo successo stagionale nel turno infrasettimanale contro la Fiorentina. La trasferta toscana, però, ha portato una sconfitta per 2-1 in una gara che ha visto la Sampdoria giocare gran parte del secondo tempo in inferiorità numerica. La vittoria di domenica scorsa aveva scaturito speranza sia nella squadra sia nella tifoseria per un cambio di rotta che per ora non c’è stato, l’ultimo posto attualmente occupato dalla Sampdoria fa tornare la piazza e la squadra alla dura quanto inaspettata realtà di questo inizio di stagione.

Sampdoria, la situazione dall’infermeria

Il grande assente dell’ultima sfida con la Fiorentina è stato Fabio Quagliarella, l’attaccante nonchè capitano dei blucerchiati è rimasto fuori nell’ultimo match per via di un problema al collo. Il numero 27 è rientrato in gruppo e sarà disponibile per la partita con l’Inter. Chi invece, ha fatto parte dell’ultima partita è Manolo Gabbiadini, l’attaccante è stato sostituito per un affaticamento muscolare alla coscia destra ed è stato sottoposto a terapie e fisioterapia e non sarà disponibile per la sfida con l’Inter. Ancora da valutare la situazione di Alex Ferrari, il difensore infortunatosi contro il Torino è in dubbio.

Il capitano della Sampdoria Fabio Quagliarella tornerà a disposizione nella sfida con l'Inter.
Il capitano della Sampdoria Fabio Quagliarella tornerà a disposizione nella sfida con l’Inter.
Photo credit: Gazzetta

Vincere per conquistare tifosi e punti

Nonostante la sfida di Sabato può sembrare proibitiva la Sampdoria deve pensare di poter fare un buon risultato, non escludendo la possibilità di ottenere i 3 punti. Un eventuale vittoria non solo darebbe slancio alla classifica ma riavvicinerebbe la tifoseria che dopo un inizio di stagione negativo si trova a dover fare i conti anche e soprattutto con la situazione legata alla vendita della società. Ormai da mesi il presidente Ferrero ha messo in vendita la Sampdoria e non mancano contestazioni e in alcuni casi minacce verso il patron. La tifoseria vuole la cessione della società e il rapporto tra le due parti non sembra sanabile. Nonostante ciò Ferrero potrebbe continuare a essere il presidente della Sampdoria visto che non arrivano ancora offerte dal gruppo Vialli e che l’esclusiva della trattativa per gli americani scade il 30 settembre.

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero.
Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero.
Photo credit: Gazzetta

Di Francesco in bilico, non ritorna al 4-3-3

Il modulo da sempre utilizzato in carriera da Eusebio Di Francesco che lo ha caratterizzato negli anni è il 4-3-3. Tuttavia il tecnico abruzzese anche nel recente passato sulla panchina della Roma è stato capace di adattare il suo sistema di gioco in base alla squadra a disposizione. Dalla partita con il Napoli persa per 2-0 la Sampdoria ha cambiato pelle adottando un nuovo sistema di gioco, Di Francesco ha optato per un 3-4-1-2 che ritiene più consono alle capacità dei suoi calciatori. Anche contro l’Inter il tecnico riproporrà questo modulo che non solo è stato il sistema di gioco con cui la Sampdoria ha ottenuto il successo contro il Torino ma che anche nelle due gare perse con Napoli e Fiorentina ha prodotto dei miglioramenti. L’ultimo posto pesa inevitabilmente sulla situazione di Di Francesco che in caso di sconfitta potrebbe essere esonerato.

SEGUICI SU:

PAGINA FACEBOOK

ACCOUNT TWITTER

Back to top button