Arte e Intrattenimento

Santa Caterina D’Alessandria, la giovane donna che si oppose all’imperatore Massenzio

Santa Caterina D’Alessandria, diciottenne, figlia di nobili, tenta di dissuadere l’imperatore Massimino dal culto pagano. Viene per questo condannata a un supplizio terribile dopo aver convertito numerosi intellettuali di corte. Secondo la tradizione furono gli angeli a portare il suo corpo sul Monte Sinai. Oggi, nel mondo Cristiano, si festeggia la Santa che ha dedicato la vita alla conversione dei pagani.

Secondo la tradizione Caterina, giovane cristiana nobile, bella e colta, è martirizzata nel 305 ad Alessandria d’Egitto, centro di antiche culture e capitale della tradizione sapienziale cristiana. Il suo martirio si colloca all’epoca di Massenzio, o Massimino, che perseguitarono duramente i cristiani. In occasione di una grande celebrazione sacrificale agli dei, voluta dall’imperatore, Caterina, rifiutandosi di aderire, avrebbe così apostrofato il sovrano detto: “Perché vuoi perdere questa folla con il culto degli dei? Impara a conoscere Dio, creatore del mondo e suo Figlio Gesù Cristo che con la croce ha liberato l’umanità dall’inferno”.

La storia del martirio di Santa Caterina

L’imperatore è colpito da tanta fermezza e determinazione. La convoca per farla convincere dai ragionamenti dei suoi retori e filosofi, che però furono confutati dalla sapienza della giovane cristiana. Secondo la leggenda, i sapienti di corte si convertono e per questo sono arsi vivi. Il sovrano tenta di sedurla con l’offerta di matrimoni illustri e di ricchezze, ma ricevette solo rifiuti. A questo punto la forte Caterina è imprigionata. Visitata anche dall’imperatrice e dal capo della corte che, colpiti dalle parole di Caterina, si convertirono con 200 soldati. L’imperatore la fa quindi sottoporre al supplizio delle ruote puntute. L’imperatrice stessa, dichiaratasi cristiana, viene sottoposta a tortura e decapitata. Anche per Caterina arriva la morte per decapitazione. Secondo le credenze della tradizione Cristiana, mentre veniva decapitata, dal collo sgorgò latte e subito gli angeli trasportarono il suo corpo sul Monte Sinai, dove è inumata.

Una delle Sante più popolari

Nonostante la sua identità storica dubbia, Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto è una delle sante più celebri in Occidente, il cui culto è cresciuto a tal punto da divenire uno dei più popolari nell’Europa Occidentale durante il tardo Medioevo. L’immensa popolarità di Santa Caterina d’Alessandria è attestata nell’arte e nella letteratura in molte nazioni e innumerevoli sono le abbazie, le chiese e i conventi a lei dedicati in tutta Europa. Senza successo sono stati i tentativi di identificare Santa Caterina con personaggi storici come Ipazia, la filosofa e matematica pagana uccisa dai cristiani di Alessandria nel 415, o la vergine anonima che esiliata da Massimino Daia.

Ilaria Festa

Seguici su:
Instagram
Facebook
Metropolitan

Adv
Adv
Adv
Back to top button