Cronaca

Sassuolo: donna muore sbranata da due cani

E’ morta a Sassuolo in provincia di Modena, un’anziana donna. La vittima è stata sbranata da due cani di razza Amstaff. Sono in corso le indagine per ricostruire la dinamica, s’indaga per omicidio colposo.

A Sassuolo, un’anziana donna è morta sbranata da due cani di razza Amstaff. S’indaga per omicidio colposo

Un’anziana donna è morta sbranata da due cani. La tragedia si è consumata a Sassuolo, in provincia di Modena

La vittima, Carla Gorzanelli, 89 anni ha perso la vita a pochi metri dalla propria abitazione, sita in via Cristoforo, da dove pare si fosse allontanata eludendo la sorveglianza della badante.

La donna vagava in stato confusionale per la strada, quando è entrata nel cortile di una villetta in via Marco Polo, molto probabilmente per chiedere aiuto, essendosi persa. Lì due cani di razza Amstaff, molto simili al Pitbull, con il quale condividono la personalità combattiva, pur se il carattere viene ritenuto in linea generale più tranquillo, l’hanno aggredita e uccisa in pochi istanti.

Nonostante l’intervenuto del 118, oltre che della squadra mobile della Polizia, dei Carabinieri e della Scientifica, non c’è stato niente da fare, l’anziana all’arrivo era già morta.

La Procura di Modena ha aperto un fascicolo dopo la tragedia, s’indaga per omicidio colposo.

Ad assistere alla tragedia potrebbe esserci stata una bambina

L’attacco parrebbe essere avvenuto davanti ad una bambina, che si trovava nel cortile della villa in attesa della madre.

Secondo una prima ricostruzione, la bambina, probabilmente una delle figlie dei proprietari stava aspettando il ritorno a casa della madre, che in quel momento era uscita, per questo il cancello era semi-chiuso e l’89enne è potuta entrare all’interno del cortile .

La bimba sarebbe rimasta sorpresa nel vedere la donna nel cortile e le avrebbe detto: “Che ci fai qui?”, invitandola ad uscire dalla proprietà. Ma la donna non ha fatto in tempo a farlo, perché i due cani di famiglia le si sono scagliati contro.

L’ipotesi degli inquirenti è che i cani potrebbero aver assalito Carla Gorzanelli per istinto protettivo nei confronti della piccola, ma le indagini per ricostruire la dinamica sono ancora in corso.

Sul luogo della tragedia è giunto anche il figlio dell’anziana, che stava cercando la madre allontanatasi da casa, queste le sue parole: “Non era mai uscita dall’abitazione, non so come sia potuto accadere”.

Sul posto, i Carabinieri, la Polizia e la Scientifica per i rilievi. Una spiegazione a questa terribile vicenda forse potrà darla la visione delle telecamere di sorveglianza della villetta che avrebbero ripreso la scena. Da appurare, inoltre, se ci fossero cartelli per segnalare la presenza dei cani di grossa taglia, fermo restando che si trovavano all’interno di una proprietà privata.

Adv
Adv
Back to top button