SBK Gara1 Australia 2020 – Razgatlioglu vince a Phillip Island la prima gara della stagione davanti a Lowes e Redding. Caduta per Rea.

SBK Gara1 Australia 2020 – Caduta per Rea

Alla partenza Rea passa in testa seguito da Sykes e Razgatlioglu. Ma il primo colpo di scena arriva in curva 9 con Sykes che supera toccando Rea, il quale va fuori pista, ma riesce a tenerla e al primo giro è ultimo con un distacco di 8 secondi dal leader, quindi rimonta più che possibile. Al secondo giro Redding, partito molto male, supera sul rettilineo Van der Mark e Razgatlioglu ed è secondo. Al terzo giro gruppo ancora tutto compatto e dove Van der Mark supera il suo compagno di squadra e sale in terza posizione.

Rea Gara1 Australia 2020
La stagione 2020 per Jonathan Rea inizia nel peggior modo possibile, ovvero con una caduta al quarto giro – Photo Credit: WorldSBK.com

Dietro Rea continua a macinare giri veloci e ha raggiunto la coda del gruppo. Al quarto giro il cinque volte campione del mondo inizia a superare qualche pilota, ma la troppa foga lo fa cadere in curva 8 e qui la sua gara finisce. Davanti Sykes, insieme a Redding, Van der Mark e Razgatlioglu iniziano a staccare il resto del gruppo. I soli Haslam e Lowes cercano di rimanere attaccati al gruppo di testa. Dietro interessante rimonta Bautista, momentaneamente in ottava posizione, lui che partiva dalla quindicesima posizione in griglia.

SBK Gara1 Australia 2020 – Razgatlioglu vince al fotofinish

Lowes e Haslam riescono a riprendere il gruppo di testa, quindi saranno sei i piloti in lotta per la vittoria. Al decimo giro caduta per Fores. A metà gara Redding supera Sykes e passa in testa alla gara. Anche Van der Mark e Razgatlioglu emulano il sorpasso del pilota Ducati su Sykes e salgono in seconda e terza posizione. Al dodicesimo giro Lowes e Haslam superano il pilota BMW, che sembra in grande difficoltà.

Redding Gara1 Australia 2020
Redding, nonostante delle difficoltà in frenata, riesce a conquistare una buona terza posizione al debutto in SBK – Photo Credit: WorldSBK.com

A otto giri dal termine Redding ha dei problemi in frenata e subisce il sorpasso di Van der Mark e Razgatlioglu. Al giro successivo il pilota turco passa in testa gara superando il suo compagno di squadra. Dietro Haslam supera Lowes ed è in quarta posizione. Nel frattempo prosegue la rimonta di Bautista che sale in sesta posizione. A quattro giri dal termine Van der Mark torna in testa alla gara e dietro Lowes sorpassa Redding per la terza posizione.

Lowes Gara1 Australia 2020
Ottima Gara1 per Lowes, che riesce a conquistare un’ottima seconda posizione – Photo Credit: WorldSBK.com

Ultimi giri ricchi di sorpassi e controsorpassi, ma alla fine a vincere Gara 1 al fotofinish è Razgatlioglu davanti a Lowes e Redding. Grande beffa per Van der Mark sul rettilineo finale, dove conclude quarto. Quinto posto per Haslam, seguito da Bautista, Baz e Davies. Chiudono la top ten Sykes e il nostro Rinaldi. Conclude dodicesimo Caricasulo, alla sua prima gara nel WorldSBK.

SBK Gara1 Australia 2020 – Analisi della corsa

Come era prevedibile, Gara1 di Phillip Island è stato ricca di spettacolo e colpi di scena. Razgatlioglu ha dimostrato già una grande prova di forza, battendo in volata il compagno di squadra Van der Mark, la Kawasaki di Lowes e la Ducati di Redding, due moto che sul rettilineo sono nettamente più veloci rispetto alla Yamaha.

Van der Mark Gara1 Australia 2020
Grande beffa per Van der Mark, nelle prime tre posizioni per tutta gara, ma non al traguardo dove arriva quarto – Photo Credit: WorldSBK.com

Bravi anche Lowes e Redding, al debutto nelle rispettive scuderie, ma già in lotta per la vittoria. Grande rammarico per Van der Mark, beffato al fotofinish, ma anche lui potrà levarsi grandi soddisfazioni se correrà così quest’anno. Buona anche la gara di Honda che con Haslam è arrivata a meno di quattro secondi dalla vetta. Mezzo secondo dietro troviamo l’altra HRC di Bautista, autore di buona rimonta, lui che partiva quindicesimo.

Haslam Gara1 Australia 2020
Positiva Gara1 per Haslam, che chiude quinto ma rimane nel gruppo di testa per quasi tutta la gara – Photo Credit: WorldSBK.com

BMW si conferma team molto competitivo in qualifica, ma in grande difficoltà in gara, specialmente nella seconda parte di gara sia con Sykes sia con Laverty, quest’ultimo undicesimo al traguardo. Gara da dimenticare per Rea, il quale è incolpevole sul contatto con Sykes, che l’ha mandato fuori pista. A questo si è aggiunta la rabbia e la foga di rimontare, che hanno portato il cinque volte campione del mondo SBK a cadere. L’ultima zero di Rea risale a Gara2 di Brno 2018. Ma c’è tempo di rifarsi a partire dalla Superpole Race e Gara2 di domani.

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA