Attualità

Sciopero dei trasporti, a Milano chiusa la metropolitana

Venerdì 14 gennaio i sindacati di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl hanno indetto uno sciopero generale di 4 ore rivolto a tutti i lavoratori del trasporto pubblico. A Milano rischiano lo stop i mezzi Atm e parte dei servizi di trasporto regionale.

Milano chiuse le metro dalle 8,45 alle 12,45. Disagi anche sulla rete Trenord

Ad aggravare la situazione anche l’annuncio della riduzione del 7% delle corse Atm e del 12% dei servizi Trenord a causa dei contagi e delle quarantene preventive del personale.

Atm ha comunicato tramite Twitter che l’intera linea metropolitana è sospesa. Ferme per la loro interezza la M1, la M2 e la M3, ossia la “rossa”, la “verde” e la “gialla”.

Attiva parzialmente solo la M5, la “lilla”, che effettua servizio da S. Siro a Garibaldi. I mezzi di superficie come tram, bus e filobus potrebbero subire ritardi e tempi di attesa più lunghi alle fermate.

Il traffico della metro riprenderà al termine dello sciopero, alle 12.45.

Sciopero dei treni

A scioperare non sono solo i mezzi di trasporto locale, ma anche i dipendenti di Ferrovienord, che gestiscono parte degli snodi regionali. Dalle 9.01 alle 13.01 di venerdì 14 gennaio i dipendenti delle infrastrutture ferroviarie potreppero scioperare, causando così ulteriori ritardi e cancellazioni su un già provato sistema di corse Trenord, ridotto a causa dei positivi tra il personale.

Motivi dello sciopero

Le sigle sindacali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl rivendicano lo sciopero con le seguenti motivazioni:

“a fronte di un atteggiamento provocatorio e pregiudiziale delle associazioni datoriali, rivendichiamo il diritto al rinnovo del contratto e il miglioramento delle condizioni lavorative, sia normative che salariali di una categoria che da sempre responsabilmente, in qualsiasi condizione, svolge un servizio pubblico essenziale, garantendo il diritto alla mobilità dei cittadini“

Visita il link per sapere gli orari dello sciopero nazionale nelle altre principali città d’Italia.

Segui Metropolitan Magazine su Facebook

Back to top button