Games

Scooby doo! Il gioco da tavolo, recensione: i cattivi non dormono mai

Chi non conosce le avventure di Scooby doo, il cane detective, e della Misteri & Affini? Strani gialli che sfidano le leggi della realtà sono il pane quotidiano di questa simpatica combriccola e, grazie ad Asmodee, abbiamo esaminato e testato questa fantastica novità. Ecco a voi che cosa abbiamo scoperto con le nostre minuziose indagini.

Il kit dell’investigatore dilettante

Una scatola ben pensata per riporre al proprio posto ogni singola componente, CMON ci ha abituati a queste attenzioni assieme a un’ottima qualità per tutto il materiale:

  • 5 Miniature Banda di Scooby e relative Carte identità
  • 3 Miniature Mostro e relative Carte identità
  • una Mistery Machine tridimensionale con relativa carta d’identità
  • Carte Banda di scooby e Mostro
  • 18 Carte trappola
  • 24 Segnalini visitatore
  • 6 Segnalini mostro
  • 5 segnalini movimento Mostro
  • Segnalini risorsa, benzina, capacità
  • Tabellone di gioco

Dovremo solo scegliere un personaggio della Banda di Scooby doo, prenderne la carta e posizionare la miniatura sul suo luogo di partenza. Scelta la difficoltà e preparate le carte trappola come indicato nelle prima pagine del regolamento la partita ha inizio.

Scooby doo! - Componenti di gioco
Scooby doo! – Componenti di gioco

Scooby doo! pensaci tu!

Lo scopo del gioco è preparare tutte le Trappole con le quali fermare il Mostro. Mentre subiremo una sconfitta se il nostro cattivone riesce a infestare 3 luoghi, se terminiamo i segnalini mostro da posizionare o se non abbiamo sufficienti carte Banda di Scooby da pescare all’inizio del turno.

Lo svolgimento dei round di gioco è davvero semplice e lineare e si articola in tre fasi:

  • Pesca e scelta delle carte: Ogni giocatore pesca due carte Banda di Scooby doo, una sarà giocata coperta e l’altra verrà posta nel mazzo di recupero senza che sia possibile rivelarla.
  • Rivelazione: Si girano tutte le carte scelte più la prima Carta del mazzo Mostro e si dispongono in ordine crescente in base alla quantità di iniziativa riportata sulla carta. Questa disposizione ci da l’ordine di esecuzione delle azioni per questo round e ci presenta lungo quale percorso il Mostro spargerà terrore in questo turno.
  • Azione: Ora non resta che effettuare il movimento riportato sulla carta che abbiamo giocato ed eseguire l’azione del luogo su cui ci fermeremo. In base alla destinazione scelta potremo raccogliere risorse utili a costruire le trappole, ripristinare carte scartate o cercare di fermare l’opera di infestazione. Quando è il Mostro a muovere questo spaventerà i visitatori ma anche i nostri investigatori, motivo per il quale dovremo evitare il suo cammino ma anche porre rimedio ai suoi danni.

Ripetendo queste operazioni giungeremo nell’arco di circa 30 minuti alla risoluzione del caso, se poi l’esito sarà positivo o no dipende dalla collaborazione fra i giocatori!

Scooby doo! - Miniature di gioco
Scooby doo! – Miniature di gioco

Un simpatico Scooby doo per tutta la famiglia

Questo non è il primo approdo del cane detective nel mondo dei giochi da tavolo eppure si distingue nettamente dai suoi predecessori. Un regolamento tutto sommato chiaro e preciso ci introduce a un meccanismo fluido e semplice adatto a tutti. A livello di materiali il gioco è uno spettacolo ed osservare il mostro correre per tutto il tabellone riporta alla mente gli episodi del cartone di uno dei più celebrati personaggi firmati Hanna-Barbera.
La Banda che corre a destra e manca cercando di mettere alle strette il cattivone senza però incrociarne la strada funziona e il timer di gioco scandito dal Mazzo Banda di Scooby si fa sentire molto più in fretta di quanto non sembri all’inizio. Molto buona anche l’idea delle varie difficoltà di gioco che aggiungono trappole che una volta innescate inaspriranno le condizioni di partita per i nostri investigatori. Peccato che, nonostante sia bellissima da vedere la Mistery Machine abbia un utilizzo molto limitato e questo la rende un pò marginale rispetto al piano di gioco. In sostanza ci troviamo di fronte a un buon collaborativo dall’estetica accattivante e dal sapore nostalgico che può far divertire grandi e piccini.

Riccardo Pasquini

Classe 1992. Appassionato di giochi da tavolo, giochi di ruolo, videogiochi e tutto ciò che concerne l'universo ludico.
Back to top button