Cinema

Senza Nessuna Pietà: come salvare l’anima

Se c’è una cosa che manca troppo spesso nel cinema italiano, anche in tempi recenti, è una propensione verso film che danno la priorità alla trama e al genere d’appartenenza. “Senza nessuna pietà” (stasera su RAI Movie alle 23:30) rientra in questa categoria.

Pierfrancesco Favino
Pierfrancesco Favino. PhotoCredit: Web

L’intento del regista e sceneggiatore Michele Alhaique è semplice e anche apprezzabile: rispolverare quel tipo di produzioni di genere che una volta andavano per la maggiore nel cinema italiano.

Senza Nessuna Pietà: come salvare l'anima
Michele Alhaique. PhotoCredit: Web

Senza nessuna pietà” è infatti un gangster movie dalle tinte noir che omaggia il filone con protagonista Tomas Milian, un po’ “Quei Bravi Ragazzi”, qualcosa da “Era mio Padre” e un pizzicco di “Carlito’s Way”.

La storia è quella di Mimmo (Pierfrancesco Favino), il “gorilla”di una famiglia criminale capeggiata dal boss Santilli (Ninetto Davoli).

Senza nessuna pietà
Senza nessuna pietà. PhotoCredit: Web

Silenzioso, serio e solitario, Mimmo è il tirapiedi perfetto, anche se insoddisfatto. Quando però il figlio di Santilli, Manuel (Adriano Giannini), mostra tutta la sua crudeltà e soprattutto quando entra in scena la giovane e bella prostituta Tanya (Greta Scarano), l’esistenza e il destino di Mimmo verranno stravolte.

Greta Scarano
Greta Scarano. PhotoCredit: Web

Perché ritengo importante vedere film di questo genere? Provo a spiegarmi.

Il Noir all’italiana è un genere che certi registi in passato hanno cercato di “resuscitare” (“Cemento Armato”di Martani, “Cha Cha Cha”di Risi tra gli altri) senza però farsi apprezzare da pubblico e critica.

E probabilmente neanche questo film colpirà particolarmente gli spettatori troppo esigenti.

La trama e le psicologie dei personaggi seguono determinati canoni e ciò comporta poche sorprese o tocchi originali (anche se nella seconda parte il melodramma prende il sopravvento).

Eppure “Senza nessuna pietà” è un film d’esordio degno di considerazione.

Senza nessuna pietà
Senza nessuna pietà. PhotoCredit: Web

Dal reparto tecnico alla regia misurata eppure ispirata, il risultato finale è particolarmente apprezzabile. E non si può certo non parlare del cast in cui spiccano il solito ottimo Favino, un misurato e melanconico Davoli, la sempre gradita Iris Peynado e il folle Claudio Gioè.

Ninetto Davoli
Ninetto Davoli. PhotoCredit: Web

Eppure la vera sorpresa del film è Greta Scarano, attrice dall’incredibile grinta ma anche dalla bellezza sfolgorante che ha saputo nel corso degli anni sorprenderci con interpretazioni sempre più variegate ed intense.

Greta Scarano
Greta Scarano. PhotoCredit: Web

Senza nessuna pietà” è pronto quindi ad intrattenervi senza nessuna pretesa intellettuale ma piuttosto con la volontà (bisogno?) di raccontare una storia che solo al cinema può acquisire un suo fascino.

Senza nessuna pietà
Senza nessuna pietà. PhotoCredit: Web

Ti è piaciuto il nostro articolo? Seguici su MMI e sul Cinema di Metropolitan.

Back to top button