Calcio

Serie A, panchine a rischio: in quattro possono saltare in questo turno

Dalle prime della classe alle ultime, una logica indiscussa che richiama alla mente solo il pensiero dell’esonero. Una conseguenza dettata dai risultati fallimentari di questo periodo. Il primo a non essere più seduto sulla propria panchina è Iachini. Anche il suo successore, Prandelli, rischia di ricevere la stessa notizia. La Fiorentina, dopo un mercato importante, ha mostrato solamente il suo volto peggiore in questa stagione di Serie A. Un gioco lento e prevedibile, condito da una preoccupante assenza di gol. Intollerabile per la dirigenza viola trovarsi vicino al fondo della classifica. La viola sarà ospite dell’Atalanta, una squadra che si è ripresa dopo aver ottenuto la qualificazione alla fase successiva di Champions League. Prandelli è chiamato a portare a casa un risultato positivo, altrimenti il rischio sarebbe un altro addio anticipato.

Anche Giovanni Stroppa dovrà giocarsi il posto contro un’altra neopromossa: lo Spezia. Mentre la squadra di Vincenzo Italiano si sta dimostrando all’altezza della competizione per gioco e risultati, il team calabrese sta mostrando delle difficoltà in chiave realizzativa. Si pensava che, dopo il pareggio con la Juventus, il Crotone potesse cominciare a giocare con più libertà e meno ansie. Da lì, solo momenti difficili per il tecnico che ha riportato in massima serie i “Pitagorici“. Questa volta saranno chiamati a fare un risultato importante per cercare di invertire la marcia e lottare per la permanenza in Serie A.

Serie A, panchine a rischio per Giampaolo e Maran

Un nuovo possibile fallimento per Marco Giampaolo in Serie A. Dopo aver mollato la panchina della Sampdoria solo momenti difficili per l’attuale allenatore del Torino. Incapace lo scorso anno di dare forma a un Milan competitivo (che oggi si sta prendendo la sua rivincita) e oggi vicino ancora una volta all’esonero per la posizione in classifica e il gioco scontato mostrato fino ad ora. La permanenza del tecnico dipende dal risultato utile (vittoria non pareggio) contro l’Udinese di Luca Gotti che non farà di certo sconti.

Anche per Maran le ultime stagioni di Serie A non sono state esaltanti. La scorsa stagione, dopo una partenza folgorante del suo Cagliari, è arrivato l’esonero per via di una striscia di partite non positive. Maran ha preso, quindi, contatti con il Genoa per guidare la squadra rossoblù. Una scelta infelice fino a questo momento. Il grifone occupa la penultima posizione in classifica e in questo turno di Serie A è chiamata a fare risultato contro una delle prime della classe, la Juventus di Pirlo. Un match sicuramente complicato (così come anche il prossimo contro il Milan di Pioli) ma la permanenza in Serie A di Maran sarà determinata dalla volontà della squadra di provare a fare risultato.

di Luigi Giannelli

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button