Serie B, la preview della 26a giornata

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

Serie B, il 26o atto. Aprono Entella e Crotone, big match tra Benevento e Spezia, posticipo per Pescara ed Ascoli. Tra partite silenziose e partite all’ultimo respiro, ci sono tutti i presupposti per divertirsi in questa giornata del campionato cadetto.

Virtus Entella-Crotone

Serie B al via stasera alle 21 con Virtus Entella-Crotone. I padroni di casa devono riscattarsi dopo la sconfitta pesante con il Benevento (4-0 per i giallorossi) che gli è costata il posto nei Playoff. In vista di Empoli-Pordenone (entrambi distanti un solo punto) una vittoria sarebbe fondamentale per tornare nella zona calda della classifica. L’unico problema? Il Crotone. I calabresi si sono brillantemente riscattati con la vittoria sul Pescara, e non possono permettersi di perdere altri punti se vogliono stare dietro a Spezia e Frosinone. Anche quest’ultimi dovranno fare i conti con Benevento e Salernitana per tenersi stretto il secondo posto, ma di certo non sarà una passeggiata. Entella e Crotone si giocano solo tre punti, ma guardando la classifica in palio c’è molto di più.

Benevento-Spezia

Il Benevento ormai è sempre più vicino alla Serie A: 17 punti dal secondo posto a 13 giornate dalla fine del campionato, ed una sola sconfitta risalente a fine ottobre. Lo Spezia invece in terza posizione sta sorprendendo, ed è ancora imbattuto nel 2020: 2 pareggi e 5 vittorie. Oggi è una delle squadre più in forma del campionato e dopo il pareggio di Trapani difficilmente accetterà una sconfitta al Vigorito. Certo si tratta della partita più difficile del campionato, ma hanno le carte in regola per portare a casa la vittoria. Riusciranno a continuare la corsa al secondo posto?

Cittadella-Cremonese

Vittoria per entrambe le formazioni nell’ultima giornata, ma comunque due obiettivi molto diversi. Il Cittadella lotta per un posto nei Playoff, mentre la Cremonese, ad oggi nei Playout, vuole la salvezza. I padroni di casa dovranno sfruttare gli impegni delle altre formazioni per salire e stabilizzarsi nella zona Playoff, ma la Cremonese a 5 punti dalla zona salvezza (con una partita da recuperare) non può concedersi passi falsi. Il match verrà giocato a porte chiuse così come altre gare di questa 26a giornata, e sarà caratterizzato da un silenzio surreale. Non sarà come giocare in casa propria, e senza il calore dei tifosi sarà un match alla pari.

Empoli-Pordenone

Big match di sabato pomeriggio tra Empoli e Pordenone. Entrambe a quota 36 punti, ma con una situazione molto diversa. I padroni di casa dall’arrivo di Pasquale Marino non hanno mai perso, e dai Playout sono finalmente arrivati ad un passo dai Playoff. Gli ospiti al contrario non hanno mai vinto nel 2020, e dal secondo posto in solitario sono quasi fuori dalla zona Playoff. Sarà difficile vincere contro un Empoli così in forma ma se i neroverdi vogliono ancora dire qualcosa in questo campionato, bisogna ripartire da qui.

Juve Stabia-Trapani

Sconfitta nell’ultima giornata per la Juve Stabia, che comunque naviga ancora nella zona slavezza (anche se a soli due punti dai Playout). Discorso diverso invece per il Trapani, che solo con i pareggi non risucirà mai a salvarsi. Buona prova nell’ultima giornata con lo Spezia. Un pareggio inaspettato che ha fermato i bianconeri ed ha avvicinato (anche se di poco) i granata alla zona salvezza. E’ arrivato però il momento di portare a casa i tre punti, perchè senza è difficile scalare la classifica. Come finirà questo scontro-salvezza?

Pisa-Perugia

Sconfitta per entrambe le formazioni nell’ultima giornata, che ha allontanato il Perugia dai Playoff ed è stata pesante per il Pisa: con la vittoria del Venezia sono scivolati nella zona Playout. Certo è solo un punto a separarli dalla salvezza, ma i loro avversari dopo tre sconfitte consecutive non ne vogliono sapere di perdere altri punti. I grifoni devono rialzare la testa dopo un inizio anno tutt’altro che perfetto, e soprattutto devono tornare al gol che manca da tre partite. Per assurdo Iemmello è ancora il capocannoniere del campionato, ma deve ricominciare a segnare se vuole portare punti alla propria squadra. Riuscirà il bomber calabrese a tornare al gol?

Venezia-Cosenza

Vittoria fondamentale per il Venezia nell’ultima giornata. Con quei tre punti gli arancioneverdi sono usciti dalla zona Playout, ma devono continuare a vincere per matenere questo traguardo. I loro avversari invece arrivano da una sconfitta con il Frosinone e ad oggi sarebbero retrocessi. Anche loro hanno un bisogno disperato di vincere, ed in caso di sconfitta il discorso salvezza si complicherebbe ulteriormente. Anche questa gara verrà disputata a porte chiuse, ed anche se il Penzo sarà silenzioso di certo il Venezia vorrà comunque far esultare i propri tifosi.

Chievo Verona-Livorno

Il Chievo Verona con la vittoria sul Pordenone è finalmente rientrata nella zona Playoff, e punta la Serie A. Due vittorie consecutive, e la voglia di tener fede al detto. I loro avversari invece sembrano aver perso le speranze di salvezza, e con la vittoria che manca da inzio novembre restare in Serie B è quasi più un sogno che una realtà. Nel silenzio del Bentegodi, questa partita sembra già essere scritta, ma nel calcio non si può mai sapere.

Frosinone-Salernitana

Big match nel pomeriggio di sabato tra Frosinone e Salernitana. Queste due squadre a quattro punti di differenza lottano per il secondo posto, e sarà difficile per i padroni di casa difenderlo. Cinque vittorie consecutive per il Frosinone, che non solo ha conquistato 15 punti, ma ha anche mantenuto sempre la porta inviolata. Alti e bassi invece per la Salernitana, che comunque non si vogliono rassegnare. Sarà una partita aperta a qualsiasi risultato, e nè VenturaNesta vogliono abbassare la testa.

Pescara-Ascoli

Il posticipo di questa giornata di Serie B sarà giocato domenica alle 21. Pescara ed Ascoli hanno un solo punto di differenza (anche se l’Ascoli deve recuperare una partita) e la partita di domenica è fondamentale in chive salvezza. Il Pescara arriva da tre sconfitte consecutive, e dovrà riscattarsi contro un Ascoli che non è in forma. Sarà una gara accesa e incerta, con due formazioni che in caso di sconfitta potrebbero scivolare in zona Playout. Dopo un inizio stagione perfetto adesso sono arrivate a questo punto, e non è ancora detta l’ultima parola.