Serie B | 35a giornata: il Lecce non sbaglia e vede la Serie A

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

La 35a giornata di Serie B ha detto tanto, ma non tutto: il Lecce batte il Brescia, rimanda la festa delle rondinelle e ora è padrone del proprio destino. Il Benevento consolida il quarto posto, il Palermo di Delio Rossi pareggia contro il Livorno; segno X anche per Pescara-Hellas Verona. In coda, situazione sempre più critica per Foggia e Venezia, balzo forse decisivo del Crotone: il racconto della giornata.

Lecce, la Serie A è nelle tue mani

Il Lecce non sbaglia: in un “Via del Mare” tutto esaurito batte il Brescia 1-0 e aggancia le rondinelle in testa alla classifica. Decide un gol a dieci minuti dal termine di Tabanelli che, entrato da pochi minuti, regala i tre punti alla squadra di Liverani. Il Brescia, in dieci uomini dal 54′ per l’espulsione di Sabelli, fallisce il primo match point per la Serie A. Ma la squadra di Corini potrebbe festeggiare la promozione già domani contro l’Ascoli. I salentini invece, con questa vittoria, diventano padroni del proprio destino: con 6 punti nelle gare contro Padova e Spezia, sarà Serie A.

serie b lecce
Tabanelli regala la vittoria al Lecce (Photo credits: LaPresse)

Il Palermo rallenta ancora, e il Benevento si avvicina

Il nuovo Palermo di Delio Rossi non va oltre il pareggio sul campo del Livorno. Al “Picco” sono i siciliani a passare in vantaggio, grazie al rigore trasformato da Nestorovski a fine primo tempo. Nella ripresa, al 73′ Alino Diamanti sorprende con il suo sinistro Brignoli per il pareggio; undici minuti dopo un colpo di testa di Raicevic permette ai toscani di passare in vantaggio. Nel finale, Trajkovski insacca il 2-2 finale. Secondo pareggio consecutivo per il Livorno di Breda, che sale a 32 punti, a +1 sul Foggia, in piena zona playout. Il Palermo di Delio Rossi raggiunge quota 58, perde terreno sul Lecce secondo, e vede avvicinarsi il Benevento.

serie b palermo livorno
Il Livorno frena il Palermo: è 2-2 (Photo credits: palermocalcio.it)

I campani consolidano il quarto posto: al “Vigorito” battono il Cosenza 4-2 al termine di una partita emozionante. Tra il 25′ e il 28′ le streghe si portano sul 2-0 con le reti di Bandinelli e Caldirola. Il Benevento sfiora anche il terzo gol con Viola, ma poi è costretto a fare i conti con il ritorno del Cosenza: i calabresi sono autori di una grande reazione, e nella parte finale del primo tempo prima con Sciaudone, poi con Tutino, acciuffano il pareggio. Ad inizio ripresa Armenteros riporta avanti i campani, che in pieno recupero chiudono la partita con un colpo di testa di Massimo Coda, al 19esimo centro in campionato. La squadra di Bucchi sale così a 56 punti, e si porta a sole due lunghezze dal Palermo terzo. Il Cosenza di Braglia rimane a quota 42, con il sogno playoff che si allontana.

Bagarre playoff: sarà lotta fino alla fine

Pescara e Hellas Verona, quinta e sesta forza del campionato, pareggiano per 1-1. All’ “Adriatico” apre le marcature a inizio gara il classe 1999 Riccardo Sottil, al suo primo gol in carriera tra i professionisti, che porta in vantaggio gli abruzzesi. L’Hellas gioca bene, crea numerose occasioni, e nella ripresa trova il gol del meritato pareggio con il nuovo entrato Marco Davide Faraoni. Terzo pareggio consecutivo per il Pescara di Pillon, che sale a 51 punti. L’Hellas Verona di Grosso si riprende dopo la batosta subita dal Benevento, e raggiunge quota 49.

Altro pareggio nell’altra sfida playoff tra Spezia e Perugia. Nel primo tempo il più attivo per i liguri è il solito Okereke, che nel finale di tempo realizza l’1-0: per il nigeriano è il decimo gol stagionale. Nella seconda frazione di gioco, a sei dalla fine, Sadiq si infila nella difesa di casa e serve una palla solo da spingere in rete al nuovo entrato Melchiorri, che fissa il risultato sull’1-1. Lo Spezia di Marino sale così a quota 47, al settimo posto in classifica. Una lunghezza più indietro il Perugia di Nesta, al nono posto con 46 punti.

serie b benevento lecce
Il Benevento consolida il quarto posto e si avvicina al Palermo (Photo credits: LaPresse)

L’Ascoli si butta via, la Cremonese non si ferma

Pareggio incredibile anche al “Tombolato” tra Cittadella e Ascoli, altra sfida playoff di giornata. I marchigiani, entrati prepotentemente in corsa per un piazzamento tra le prime otto, chiudono il primo tempo in vantaggio per 2-0, grazie alle reti di Valentini e Ardemagni. Il Cittadella non ci sta, e nella ripresa entra in campo con un altro piglio. La reazione veemente dei padroni di casa si concretizza con il pareggio: prima Panico, poi Moncini (11esimo centro in campionato per lui) fissano il risultato sul 2-2. Il pareggio consente al Cittadella di Venturato di salire a quota 46, e di tenere la squadra di Vivarini a tre lunghezze di distanza.

serie b lecce cittadella ascoli
Pari spettacolo tra Cittadella e Ascoli (Photo credits: pagina Facebook A.S. Cittadella 1973)

Tre punti pesantissimi per la Cremonese, che allo “Zini” supera di misura il Foggia. Decide una rete in pieno recupero di Arini, che realizza il gol vittoria anche grazie alla complicità di Leali: l’estremo difensore ospite, dopo aver salvato la propria porta con numerosi interventi di alto livello, compie un errore molto grave, non bloccando un tiro non irresistibile. La squadra di Rastelli raggiunge così quota 45, e si porta ad una sola lunghezza dalla zona playoff. Il Foggia di Grassadonia rimane in un posizione critica: il terzultimo posto con 31 punti significherebbe retrocessione in Serie C.

Colpo del Crotone, Venezia nei guai

Nello spareggio salvezza del “Penzo” il Crotone batte in rimonta il Venezia per 4-1, e allontana la zona playout. I veneti partono forte e al quarto d’ora sbloccano il match con il calcio di rigore trasformato da Domizzi. La reazione del Crotone non si fa attendere, e dopo pochi minuti Barberis, con un gran destro dal limite dell’area, ristabilisce la parità. Nel secondo tempo, passano appena tre minuti e i calabresi effettuano il sorpasso grazie al gol di Benali. Al 55′ Zanellato, con un destro meraviglioso da fuori area che si insacca all’incrocio dei pali, realizza anche l’1-3. Al 71′ Benali mette a segno la doppietta personale per l’1-4 finale. Per il Crotone di Stroppa sono tre punti pesantissimi: con 37 punti in classifica, ora le lunghezze di vantaggio sulla zona playout occupata dal Venezia di Cosmi sono quattro.

Per il Crotone sono tre punti di platino (Photo credits: Paola Garbuio/LaPresse)

Salernitana, che tonfo!

All’ “Arechi” la Salernitana subisce una punizione severissima dal Carpi: il finale è 5-2 per gli emiliani. Dopo sette minuti l’episodio che condizionerà l’intera gara: Lopez atterra davanti alla porta Rolando; rosso per il difensore della Salernitana e calcio di rigore per il Carpi trasformato da Cissé. I padroni di casa hanno una buona reazione, e poco dopo con un colpo di testa di Duric ristabiliscono la parità. Tra la mezz’ora e il 33′, gli ospiti tornano in vantaggio ancora con Cissé, che mette a segno la doppietta personale, prima che Emanuele Calaiò realizzi il gol del 2-2. Nel secondo tempo il Carpi fa valere la superiorità numerica, e porta a casa la partita con le reti di Crociata, Sabbione (in leggero offside) e Arrighini. Con questa vittoria la squadra di Castori sale a 29 punti, al Livorno, ora distante tre punti, e continua a sperare. La Salernitana di Gregucci rimane a 38 punti, a +5 sulla zona playout.

Risultati

  • Benevento-Cosenza 4-2 (25′ Bandinelli, 28′ Caldirola, 54′ Armenteros, 81′ Coda; 38′ Sciaudone, 44′ Tutino)
  • Livorno-Palermo 2-2 (73′ Diamanti, 82′ Raicevic; 41′ rig. Nestorovski, 89′ Trajkovski)
  • Pescara-Hellas Verona 1-1 (7′ Sottil, 71′ Faraoni)
  • Spezia-Perugia 1-1 (39′ Okereke; 84′ Melchiorri)
  • Venezia-Crotone 1-4 (16′ rig. Domizzi; 22′ Barberis, 48′, 71′ Benali, 55′ Zanellato)
  • Salernitana-Carpi 2-5 (18′ Duric, 33′ Calaiò; 8′ rig, 31′ Cissé, 48′ Crociata, 80′ Sabbione, 90′+3 Arrighini)
  • Cittadella-Ascoli 2-2 (62′ Panico, 65′ Moncini; 35′ Valentini, 39′ Ardemagni)
  • Cremonese-Foggia 1-0 (90′+1 Arini)
  • Lecce-Brescia 1-0 (80′ Tabanelli)
  • Riposo: Padova

Classifica

Profilo Twitter Lega B

Prossimo turno

Mercoledì 1 maggio, ore 12:30

  • Palermo-Spezia

Ore 15:00

  • Carpi-Cremonese
  • Cosenza-Venezia
  • Crotone-Benevento
  • Foggia-Salernitana
  • Padova-Lecce
  • Perugia-Cittadella
  • Hellas Verona-Livorno

Ore 18:00

  • Brescia-Ascoli

Riposo

  • Pescara

La Serie B torna in campo domani 1 maggio, con tutte le squadre protagoniste tranne il Pescara, che osserverà il turno di riposo. Sarà un altro turno in cui non mancheranno le emozioni, con partite e scontri diretti decisivi. A sole tre giornate dal termine della regular season, ancora molte posizioni devono essere assegnate, playoff e playout compresi. Buon campionato a tutti!