7.7 C
Roma
Aprile 20, 2021, martedì

Serie B, ChievoVerona-LR Vicenza 1-2: il derby va ai biancorossi

- Advertisement -

ChievoVerona e LR Vicenza si affrontano nella 27a giornata del campionato di Serie B e il derby veneto premia gli ospiti che passano al “Bentegodi” con il risultato di 2-1. Ecco cosa è successo nella gara.

Il primo tempo

In avvio di gara gli ospiti si presentano molto aggressivi, bravi a portare un pressing piuttosto accentuato direttamente nella metà campo degli avversari. La prima conclusione pericolosa, tuttavia, è di Margiotta, che all’8′ minuto, con un bel destro, chiama all’intervento in tuffo Grandi, che si salva in corner. Solo un minuto più tardi, però, Giacomelli da sinistra cerca e trova la testa di Lanzafame, che insacca la sfera per il vantaggio del Vicenza.

Al 13′ De Luca riesce ad entrare nell’area vicentina e mette in mezzo un pallone insidioso, nessuno dei suoi interviene e l’occasione sfuma. Quattro minuti più tardi Giacomelli, ancora da sinistra, scodella la palla a mezza altezza, Lanzafame cerca di dare il bis, ma Semper e il palo alla sua destra, gli negano il gol. A questo punto i padroni di casa reagiscono, si portano con costanza nella metà campo del LR Vicenza e al 29′ arrivano a colpire pericolosamente con Margiotta, che tuttavia, difetta nella mira e manda il pallone sul fondo.

Sul ribaltamento di fronte, Giacomelli approfitta di un errore di Ciciretti e serve un assist all’ex Rigoni, che, con precisione chirurgica, insacca la sfera nell’angolino basso alla destra di Semper. Il raddoppio manda in confusione il ChievoVerona, che riesce a colpire verso la porta difesa da Grandi, solo con due tiri di Margiotta e Palmiero dalla lunga distanza, prima che l’arbitro Doveri decida il termine della prima frazione di gara.

Il secondo tempo

Nella ripresa Aglietti inserisce subito Di Gaudio e Canotto, passa al 4-3-3 e il ChievoVerona dà ampi segni di risveglio. È il 58′, invece, quando Gigliotti si ritrova un ottimo pallone per mettere in discussione il risultato, ma colpisce male la sfera, che finisce innocua sul fondo.

Al 66′ è invece Zonta che, dalla corta distanza, non trova di testa il contatto con il pallone, i padroni di casa tirano un sospiro di sollievo e tornano ad attaccare. Le frequenti azioni d’attacco degli uomini di Aglietti, esaltano Grandi, che in un paio di occasioni è più che provvidenziale per salvare il risultato.

Ottima la palla che Djordjevic spizza nel cuore dell’area del LR Vicenza al 77′, sulla quale Canotto cerca, allungandosi, di ribadire nella porta di Grandi, ma il classe ’94 non è fortunato. Il ChievoVerona spinge molto e all’89’ con Giaccherini, da poco in campo, riesce anche ad accorciare le distanze su calcio di rigore, ma alla fine è il LR Vicenza che porta a casa tre punti importantissimi in chiave salvezza, ma anche utili per tentare un ultimo scatto verso la zona playoff.

Il tabellino di ChievoVerona-LR Vicenza 1-2

Marcatori: 9′ Lanzafame (V), 30′ Rigoni (V), 89′ Giaccherini rig. (C)

ChievoVerona (4-4-2): Semper; Mogos (75′ Bertagnoli), Rigione, Gigliotti, Renzetti; Ciciretti (47′ Canotto), Palmiero, Obi (75′ Giaccherini), Garritano; De Luca (62′ Djordjevic), Margiotta (46′ Di Gaudio). A disp.: Seculin, Canotto, Leverbe, Zueli, Di Gaudio, Fabbro. All.: A. Aglietti

LR Vicenza (4-3-3): Grandi; Barlocco, Cappelletti, Padella, Bruscagin; Rigoni (60′ Cinelli), Pontisso, Zonta (84′ Agazzi); Giacomelli (75′ Valentini), Lanzafame (60′ Longo), Vandeputte (84′ Gori). A disp.: Perina, Beruatto, Fantoni, Pasini, Dalmonte, Mancini. All.: D. Di Carlo

Arbitro: Daniele Doveri (Roma) Assistenti: Massara-Trinchieri Quarto ufficiale: Prontera

Note – Ammoniti: Bruscagin (V), Zonta (V), Giacomelli (V), Di Gaudio (C), Rigione (C), Agazzi (V)

Autore: Adriano Fiorini

Articolo precedente

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Sport

Pagina Facebook Metropolitan Magazine

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine

Lega Serie B

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Adriano Fiorini
"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più bello da raccontare?
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -