Serie B, il ritorno della Juve Stabia

Le Vespe sono tornate: dopo tanti anni di Serie C, con Caserta alla guida tecnica i gialloblù si preparano alla stagione 2019/2020.

È dal 2014 che la Juve Stabia non calca il palcoscenico della Serie B. Questi anni di fatiche sono stati cancellati dalla vittoria di quest’anno. La storia, la gloria, i colori di questa società, la passionalità dei propri tifosi potrebbero essere accomunati al Boca Juniors, quel Boca Juniors dove una leggenda come Daniele De Rossi ha voluto concludere la sua carriera. In piccolo, la Juve Stabia è un po’ come il Boca: ha le sue leggende, vedi Quagliarella, che ha voluto fortemente abbonarsi, anche se non riuscirà a seguire dal vivo le partite della propria squadra del cuore.

juve stabia caserta
Fabio Caserta, allenatore Juve Stabia
Photo Credits: magazinepragma.com

Un altro Fabio, in questo caso Caserta di cognome, che siede sulla panchina delle Vespe, è a modo suo una leggenda per questi colori. Da giocatore ad allenatore, è voluto rimanere nonostante i mormorii di mercato lo abbiano accostato al Frosinone, che guarda un po’ ha gli stessi colori, giallo e blu. L’ex centrocampista ha espresso la volontà, in totale accordo con la Società ed il Ds Polito, di mantenere intatta l’ossatura della squadra che ha vinto il campionato. Consapevoli della necessità di dover fare innesti funzionali alla categoria, i campani si stanno muovendo sul mercato in modo oculato.

I primi innesti

Bright Addae è il primo fra i nuovi arrivati in casa Stabia: il mediano è arrivato dall’Ascoli per dare manforte al centrocampo. Il secondo innesto è Di Gennaro della Lazio: il centrocampista è dotato di classe, visione di gioco ed esperienza che saranno fondamentali per la B. Sempre dalla Lazio, a titolo definitivo, il classe ’97 Luca Germoni. Il terzino sinistro ha militato già l’anno scorso nelle fila gialloblù. Ha, nonostante i suoi 21 anni, una certa esperienza in cadetteria, avendo giocato due anni fa a Perugia.

juve stabia di gennaro
Davide Di Gennaro, centrocampista
Photocredits: novantesimo.com

In difesa, ma sulla fascia destra, arriva Fazio dalla Ternana: ex Trapani, ha anche lui la “garra” necessaria per questo campionato. Salvatore Elia, ala destra, classe ’99 arriva dall’Atalanta per farsi le ossa e temprarsi a dovere. Rossi, sempre dalla Lazio, in prestito, sarà una delle pedine che Caserta userà in attacco. La giovane punta centrale ha girovagato per la Serie B in questi anni, mettendosi in mostra in più occasioni. Ferdinando Del Sole giovanissimo anche lui, 21enne, trequartista, ex Pescara e Juventus Under23, arriva in prestito dalla Juventus.

Le idee di gioco

Da buon centrocampista Fabio Caserta ha le idee chiare. Quando giocava, dominava il centrocampo, palla a lui e chiunque provava ad osteggiarlo se la doveva vedere con la sua tecnica e la sua forza fisica. Il modulo preferito è il 4-3-3: la squadra, nel campionato vinto, ha sempre mostrato compattezza e abilità nelle ripartenze e nelle verticalizzazioni. I colpi di mercato seguono il filo logico degli ideali tattici del quarantenne allenatore. Difesa ed attacco sono i reparti, vedendo le statistiche, che cura con meticolosità estrema. Ambo i reparti sono stati fra i migliori in Europa nella scorsa stagione.

Le vespe sono tornate, pronte a colpire con i pungiglioni ogni avversario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA