Calcio

Serie C, cinque schiaffi per il Palermo: una grande incapace di volare

Il clima nel capoluogo siciliano non è dei migliori. Anzi, la tensione negativa sale di partita in partita. I tifosi rosanero che lo scorso anno sono riemersi dall’inferno della Serie D dopo il fallimento, stanno toccando con mano le molteplici difficoltà del (ri)approcciarsi con il mondo dei professionisti del calcio italiano. Dario Mirri, proprietario del club, non è ben visto dalla piazza palermitana che, dopo gli ultimi risultati, chiede a gran voce la vendita del club ad un uomo capace di elevare verso l’alto la squadra e le ambizioni dei sostenitori. L’ultima sconfitta sul campo dell’Avellino, ovviamente, non ha contribuito a distendere gli animi. La compagine di Roberto Boscaglia, dopo un calciomercato invernale poco pirotecnico, sembra essere entrata in un tunnel che certifica tutti i problemi emersi fin qui: nelle ultime cinque partite del Gruppo C della Serie C, infatti, il Palermo non ha mai vinto. Il bilancio racconta di zero vittorie, tre pareggi e due sconfitte. Troppo poco per ambire, con una certa positività, ai playoff che si disputeranno a fine campionato.

Palermo, tre punti nelle ultime cinque di Serie C

Girarci intorno sarebbe esercizio complicato anche per il miglior illusionista del Pianeta. I freddi numeri, infatti, inchiodano il Palermo al suo momento negativo che dura, ormai, da oltre un mese. L’ultima gioia nel Gruppo C della Serie C, infatti, è da ricercarsi nella vittoria all’ultimo respiro ottenuta sul campo della Cavese. Era il 9 gennaio e quel barlume apriva un 2021 che poteva essere caratterizzato da ulteriori soddisfazioni. Così non è stato. Almeno per adesso. Da quell’affermazione, infatti, i rosanero di Roberto Boscaglia hanno incamerato solo tre punti in cinque gare. La via del goal sembra essere un miraggio: sono tre le reti siglate nelle ultime cinque a fronte dei cinque incassati. Tradotto: i siciliani prendono sempre goal e non sempre segnano. C’è, per completare le statistiche horror, un dato che semplifica le difficoltà sotto porta dei ragazzi di Dario Mirri: l’ultima volta che il Palermo è riuscito a siglare più di una rete è nella vittoria interna contro la Casertana. La gara del 13 dicembre terminò 2-0. Numeri che inchiodano la sterilità del reparto offensivo.

Prossimi impegni da non sbagliare

Scavallato un doppio turno complicato che ha visto i rosanero fronteggiare Ternana ed Avellino, il Palermo è chiamato a terminare in crescendo il mese di febbraio. Nelle prossime sfide di questo secondo atto del 2021, i siciliani se la dovranno vedere contro Turris, Catanzaro e Viterbese. Sfide accessibili ma da affrontare con estrema concentrazione. In caso di risultati negativi, chissà, Roberto Boscaglia potrebbe non essere più così sicuro di rimanere nella sua Sicilia

Seguici su Metropolitan Magazine

Credit foto qui

Back to top button